Borgo San Daniele Malvasia 2015 Venezia Giulia IGT

Borgo San Daniele Malvasia 2017 Venezia Giulia IGT

0.75 l
Borgo San Daniele Borgo San Daniele Malvasia 2017 Venezia Giulia IGT Bianco https://vino.it/media/catalog/product/m/a/malvasia_2_1.jpg

Disponibile

In enoteca: 20,00 €

su Vino.it: 17,50 €

Questo bianco di Borgo San Daniele nasce da Malvasia 100% Bio (anche se non dichiarato in etichetta) prodotta a da un vigneto alle porte di Cormons.
Questo vino Malvasia nasce dalle uve di Malvasia Istriana (una particolare qualità di Malvasia Bianca), raccolte a mano, e dalla fermentazione a temperatura controllata in vasche d’acciaio.
In acciaio avviene anche l’affinamento, che permette di mantenere tutti i profumi originari del vitigno.
Il risultato è un bel vino bianco dal colore giallo paglierino, con una bella struttura aromatica che comprende profumi floreali di biancospino e profumi fruttati di albicocca e susina bianca. Al palato è un bianco piacevolmente sapido e fresco, corposo e morbido.
Ottimo abbinamento ad antipasti magri e minestre, inoltre la sua complessità e la struttura aromatica lo rendono ottimo partner per piatti di pesce con salsa e pollo con salsa soubise.
Una Malvasia vino a prezzo speciale che merita di essere assaggiata perché è prova che se quando si parla di Malvasia secca si cita il Friuli Venezia Giulia il motivo c’è!
Abbinamenti: primi piatti vegetariani, formaggi freschi, caprese
Potresti provare anche:
Tiefenbrunner Pinot Grigio 2018 Alto Adige DOC

In enoteca: 14,00 €

su Vino.it: 12,50 €

Schiopetto Malvasia 2017 Collio DOC

In enoteca: 22,00 €

su Vino.it: 16,75 €

Scheda del vino Borgo San Daniele Malvasia 2017

Regione Friuli
Vitigno principale Malvasia
Uvaggio Malvasia 100%
Alcol (%) 13
L’azienda
Borgo San Daniele

Un numero limitatissimo di etichette che parlano di una viticoltura rispettosa dell’ambiente e di un modo personale di interpretare i vitigni autoctoni friulani, come il Friulano ma anche il Pinot Bianco e il Pinot Grigio, quello di Mauro e Alessandra Mauri.

Secondo Alessandra e suo fratello Mauro “produrre pochi vini significa fare delle scelte. Ti educa a selezionare, a pensare. Nei 18 ettari di terreno che Borgo San Daniele coltiva vengono abbracciato da subito le buone pratiche della biodinamica, senza gridarle. Selezionando quelli più vocati, sono stati impiantati nuovi vigneti collocando i diversi vitigni con la massima attenzione per la posizione, l’orientamento, l’altitudine di ciascuno.”

In vigna e cantina il lavoro si concentra su potature verdi e diradamenti, malolattiche, lunghe fermentazioni sui lieviti indigeni e imbottigliamenti senza filtrazioni.

Le vendemmie sono manuali “dedicate”: un programma di raccolta teso a cogliere le diverse uve nel momento di perfetta maturazione di ciascuna, per conservare quella nota “croccante” che contraddistingue i vini di Borgo San Daniele. Nelle vigne non vengono utilizzati prodotti di sintesi: sì a rame e zolfo, ma soprattutto sì a infusioni di equisetum, tarassaco e ortica, che danno ottimi risultati se applicati in opportuni momenti della stagione vegetativa.

Così ogni vino è un nuovo figlio nato in un luogo magico.

Tappo Sughero
Abbinamenti Primi piatti vegetariani, formaggi freschi, caprese
Occasione Business lunch, Cena vegetariana, Notte Rosa, Rito quotidiano