Cantina di Terlano Pinot Bianco Riserva Vorberg 2012 Alto Adige DOC

Cantina di Terlano Pinot Bianco Riserva Vorberg 2012 Alto Adige DOC

0.75 l
Cantina di Terlano Cantina di Terlano Pinot Bianco Riserva Vorberg 2012 Alto Adige DOC Bianco

Esaurito

26,80 €
Il miglior Pinot Bianco in Italia secondo noi!
Affinato per 12 mesi sui lieviti fini nelle botti di legno tradizionali questo Pinot bianco rappresenta al meglio le potenzialità della viticoltura altoatesina. Un grande bianco da invecchiamento che può riposare ancora diversi anni in cantina. Unico!
Abbinamenti: primi a base pesce, pesce, molluschi e crostacei, formaggi di media stagionatura
Terlano
Dettagli
Fin dai tempi più antichi, la striscia di versante che s’incunea tra il torrente San Pietro e il rio Meltina è chiamata Vorberg, e proprio qui, a una quota che varia dai 600 ai 950 m sul mare, si estendono dei vigneti ripidi, ma baciati dal sole. Dalle uve di Pinot bianco che vi si coltivano si ricava un vino molto pieno e complesso, dalle spiccate note minerali, di grande potenziale e ideale per un lungo invecchiamento!
Scheda del vino
Vitigno principale Pinot Bianco
Uvaggio No
Alcol (%) No
L'azienda

L’Alto Adige, la terra in cui sorge Terlano, è una formidabile fucina di contrasti che si fondono in un insieme armonico: nel cuore di questa provincia, la più settentrionale d’Italia, le guglie alpine fanno da sfondo a paesaggi mediterranei, la lingua italiana si sovrappone a quella tedesca, e l’innata curiosità per il mondo si fonde con tradizioni secolari. Il villaggio vinicolo di Terlano si trova a metà strada fra le città di Bolzano e Merano. Qui, dove l’ampia valle dell’Adige si sviluppa in direzione Sud-Est, sulla sponda orografica sinistra il centro abitato e i vigneti di Terlano si adagiano sui versanti di porfido rosso del Monte Zoccolo.Nella Cantina di Terlano vinificare vini longevi è una tradizione consolidata, e soprattutto i vini bianchi di Terlano, con la loro pienezza che si conserva anche dopo decenni d’invecchiamento, fanno gioire di stupore gli appassionati di tutto il mondo. La longevità è garantita da un elevato tenore minerale dei terreni, viti vecchie che hanno raggiunto un equilibrio di crescita ottimale, vigneti molto curati con bassa resa per ceppo e la tradizione della Cantina di Terlano è imperniata sulla vinificazione storica in botti di legno, ma un altro fattore determinante è il metodo “sur lie”, in cui i vini maturano - spesso per anni - sui lieviti fini, prima di passare alla bottiglia dove – senza fretta – possono finire di crescere. Grazie a questa maturazione lenta, i vini acquistano più carattere e complessità.
Abbinamenti primi a base pesce, pesce, molluschi e crostacei, formaggi di media stagionatura
Occasione Degustazione tra esperti
Scrivi la tua recensione

Ogni cliente registrato può scrivere una recensione. Accedi o registrati