G.D.Vajra Dolcetto d’Alba 2016 Dolcetto d'Alba DOC

G.D. Vajra Dolcetto d’Alba 2016 Dolcetto d'Alba DOC

0.75 l
G.D. Vajra G.D. Vajra Dolcetto d’Alba 2016 Dolcetto d'Alba DOC Rosso
Clicca qui per essere avvisato quando sarà di nuovo disponibile

Esaurito

In enoteca: 15,00 €

su Vino.it: 11,50 €

Il Dolcetto d'Alba di Vajra nasce da uve coltivate in quattro appezzamenti nei comuni di Barolo e Novello. I vecchi ceppi dei vigneti di Vergne donano concentrazione, profondità e saggezza. Il vigneto Ravera, in comune di Novello, con la sua esposizione rivolta a ovest, esprime vini fruttati e di grande morbidezza
La vendemmia del Dolcetto avviene nella prima metà di settembre, al riparo dai primi freddi. La raccolta è effettuata manualmente per conservare integri i frutti. La fermentazione dura 7-15 giorni a seconda dell’annata e dell’appezzamento. Affinato in vasche di acciaio e imbottigliato in fase di luna calante questo Dolcetto si caratterizza per i suoi profumi di piccoli frutti rossi, ciliegia marasca, viola e fieno.
Morbido, aperto al palato ed equilibrato, presenta tannini delicati accompagnati da una fresca acidità.
L’etimologia del nome Dolcetto viene fatta risalire al termine piemontese duset o dosset. Tale parola è utilizzata per indicare sia le morbide colline in cui questa varietà ha trovato il suo habitat ideale, ma potrebbe anche fare riferimento a due caratteristiche che spiccano quando questo vino si compara alle altre varietà autoctone quali Nebbiolo, Freisa e Barbera: la bassa acidità e la morbidezza.
Servire a 16-18°C
Abbinamenti: pasta all'uovo , primi a base carne, formaggi freschi
Potresti provare anche:
Mirafiore Barolo Lazzarito 2010 BAROLO DOCG

In enoteca: 65,00 €

su Vino.it: 58,90 €

La Spinetta Bordini 2014 Barbaresco DOCG

In enoteca: 56,00 €

su Vino.it: 42,00 €

Scheda del vino G.D. Vajra Dolcetto d’Alba 2016

Regione

Piemonte

Vitigno principale Dolcetto
Uvaggio 100% Dolcetto
Alcol (%) 12.5
L'azienda Vergne, frazione più elevata del comune di Barolo, con i suoi vigneti che arrivano sino a 350 – 400 metri, dove il Nebbiolo, ma anche il Dolcetto e la Barbera, conosce una maturazione più tardiva rispetto alle uve provenienti dagli altri terroir e cru del paese, ha sempre espresso nel tempo Barolo con caratteristiche speciali. Vini dai profumi particolarmente freschi, dotati di un’acidità ben presente ma calibrata, e di un frutto succoso sempre vivo, che trovano nella finezza aromatica il loro elemen- to distintivo. Esaltare questa peculiarità e consentirle, in ogni vino prodotto, di esprimersi appieno, è il desiderio di Milena e Aldo Vaira, che dai primi anni Settanta, lavorando sui vigneti del padre di Aldo, Giuseppe Domenico, e ampliando via via la superficie vitata, portandola sino a 40 ettari, di cui 10 a Nebbiolo da Barolo, dislocati in posizioni strategiche come Bricco delle Viole, Fossati, La Volta, Coste di Vergne, sono riusciti a “costrui- re” uno stile aziendale, un modo di lavorare, in vigna ed in cantina, assolutamente personale improntato all’eleganza. Vignaioli appassionati e attenti, ma soprattutto persone che vivono il loro mestiere di produttori di vino in maniera discreta, hanno voluto che i loro Barolo “Bricco delle Viole”, la Barbera Superiore, il nuovo nato Barolo “Albe” (cuvée delle uve dei loro diversi vigne- ti), il Dolcetto Coste&Fossati, la Barbera d’Alba, ma anche i vini più “coraggiosi” che hanno creato interpretando il terroir di Vergne, la Freisa Kyè, ferma e affinata in legno, ed il Langhe Bianco, nato come omaggio al principe dei vitigni nobili a bacca bianca, il Riesling Renano, nascessero in un ambiente particolarmente accogliente, caldo e illuminato con la costruzione della nuova cantina.
Abbinamenti pasta all'uovo , primi a base carne, formaggi freschi
Occasione Barbeque, Degustazione tra esperti, My way, Un grande classico per non sbagliare
Dai un'occhiata anche a
Scrivi la tua recensione

Ogni cliente registrato può scrivere una recensione. Accedi o registrati