Lambrusco

Se anche voi amate la buona cucina e la compagnia allora il Lambrusco è il vino perfetto per voi: nella nostra enoteca online potete comprare i migliori Lambruschi dell’Emilia Romagna, con grandi nomi come il Lambrusco Ceci e il Vigna del Cristo di Cavicchioli.

Il Lambrusco è oggi uno dei vini più consumati in Italia, e anche se le sue origini sono antiche, perché la "Vitis Lambrusca" era già nota già ai tempi di Virgilio, solo dal 1970 ha una propria Denominazione di Origine Controllata, che oggi è una DOP con vini come il Lambrusco di Sorbara,l Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, il Lambrusco Salamino di Santa Croce.

Vivace e frizzante come gli abitanti dell’Emilia-Romagna, il Lambrusco nasce con il metodo charmat, cioè con la rifermentazione del vino in un’autoclave di acciaio, e a seconda dello zucchero residuo si divide in tre categorie: secco, dolce e amabile. In alcuni casi poi, nasce con il Medodo Classico, ovvero la rifermentazione in bottiglia, e acquisisce un’eleganza paragonabile a quella dello champagne, come per il Rosé del Cristo che potete trovare su vino.it.

Il Lambrusco è il vino rosso godereccio per eccellenza, per questo si sposa bene con il maiale in tutte le sue forme, dal prosciutto e gli insaccati, magari accompagnati da tigelle o gnocco fritto, al ragù, fino a cotechino, zampone e ciccioli. Da non dimenticare poi gli abbinamenti del Lambrusco con i piatti della tradizione locale: cappelletti, tortellini, lasagne, tagliatelle al ragù e naturalmente un ottimo parmigiano reggiano. In Emilia-Romagna il matrimonio gastronomico perfetto gioca sulla semplicità: un calice di Lambrusco Otello 200 di Ceci e un bel piatto di tortellini, in brodo naturalmente.

Vivace e frizzante come gli abitanti dell’Emilia-Romagna, il Lambrusco nasce con il metodo charmat, cioè con la rifermentazione del vino in un’autoclave di acciaio, e a seconda dello zucchero residuo si divide in tre categorie: secco, dolce e amabile. In alcuni casi poi, nasce con il Medodo Classico, ovvero la rifermentazione in bottiglia, e acquisisce un’eleganza paragonabile a quella dello champagne, come per il Rosé del Cristo che potete trovare su vino.it.

Il Lambrusco è il vino rosso godereccio per eccellenza, per questo si sposa bene con il maiale in tutte le sue forme, dal prosciutto e gli insaccati, magari accompagnati da tigelle o gnocco fritto, al ragù, fino a cotechino, zampone e ciccioli. Da non dimenticare poi gli abbinamenti del Lambrusco con i piatti della tradizione locale: cappelletti, tortellini, lasagne, tagliatelle al ragù e naturalmente un ottimo parmigiano reggiano.

In Emilia-Romagna il matrimonio gastronomico perfetto gioca sulla semplicità: un calice di Lambrusco Otello 200 di Ceci e un bel piatto di tortellini, in brodo naturalmente.

Finalmente avete trovato un vino semplice e schietto, perfetto da bere tutti i giorni, e magari anche da portare nei picnic della bella stagione, cosa aspettate?

4 vini

per pagina

4 vini

per pagina