-10%

Balgera Valtellina Superiore Inferno 2011 Valtellina Superiore DOCG

Balgera Valtellina Superiore Inferno 2011 Valtellina Superiore DOCG

0.75 l
Balgera Balgera Valtellina Superiore Inferno 2011 Valtellina Superiore DOCG Rosso https://vino.it/media/catalog/product/b/a/balgera_2.jpg

Questo vino è esaurito ma abbiamo altri 600 vini per te. Clicca qui

In enoteca: 25,00 €

su Vino.it: 22,50 €

Nato dai vigneti maggiormente esposti al sole della Valtellina, quelli conosciuti come l'Inferno, questo Valtellina DOCG si caratterizza per la finezza dei profumi. Ma è al palato che questo Nebbiolo affinato per alcuni anni in legno e localmente detto Chiavennasca, rivela il suo carattere potente e nervoso. Questo vino diventa un piacevole compagno di arrosti di carni rosse, cacciagione e, come tutti i Valtellina Superiore, diventa ancor migliore dopo un lungo invecchiamento.
Abbinamenti: pappardelle al sugo di lepre, cinghiale in umido, polenta e salsiccia, arrosti di carne, bistecca alla griglia e formaggi stagionati

Scheda del vino Balgera Valtellina Superiore Inferno 2011

Regione Lombardia
Vitigno principale Nebbiolo
Uvaggio Nebbiolo 100% (detto Chiavennasca)
Alcol (%) 12,5
Contiene solfiti
L’azienda

Balgera

La Valtellina è percorsa, nella sua parte centrale, da 40 Km di terrazzamenti coltivati a vite. Ben 2400 km di muri a secco si sviluppano lungo il versante retico delle Alpi Centrali. Opera umana antica e spettacolare che risale a prima del 1000 d.c.

Centro di questa prestigiosa viticoltura è Chiuro. Qui si trovano le Cantine Balgera, che hanno sede nell'antica dimora dei nobili Quadrio. Già dal lontano 1885 il fondatore dell'azienda Pietro Balgera, commerciava i vini di Valtellina nella vicina Svizzera. A lui succedette Leone Balgera, che proseguì la produzione e l'esportazione. Il figlio Gianfranco costruì nuove cantine evolvendo e migliorando le tecniche di produzione, invecchiamento e imbottigliamento.

Oggi continua l'attività l'enologo Paolo Balgera affiancato dalla quinta generazione: L'enologo Luca ed il perito Matteo. Insieme operano ancora nel segno della tradizione dell' "antico saper far vino". E' continuo il miglioramento delle tecniche di vinificazione e l'ammodernamento degli impianti di cantina.

Tappo Sughero
Abbinamenti pappardelle al sugo di lepre, cinghiale in umido, polenta e salsiccia, arrosti di carne, bistecca alla griglia e formaggi stagionati
Occasione A lume di candela, Barbeque, Business lunch, My way, Un grande classico per non sbagliare