Vini bianchi da invecchiamento

Vini bianchi da invecchiamento

Chi ha detto che i bianchi devono essere per forza bevuti subito? Ci sono vini bianchi con i quali il tempo è generoso: non li rovina, anzi, li arricchisce di profumi e struttura, rendendoli veramente affascinanti.

Se tutti conoscono i Riesling tedeschi e gli Chardonnay della Borgogna , molti non sanno che l'Italia custodisce autentici tesori.
Grandi bianchi che nascono dall'affinamento in legno come il Cervaro della Sala di Antinori o il Quartara di Lunarossa, o da sapienti macerazioni sulle bucce come il Manzoni Bianco di Elisabetta Foradori.

Tendenzialmente con il passare degli anni i vini bianchi tendono a perdere il loro colore brillante lasciando spazi a tonalità più scure, aranciate e meno limpide. Al palato i vini perdono acidità a favore di rotondità e morbidezza. I vini bianchi invecchiati si prestano anche ad occasioni di consumo differenti e possono essere abbinati anche a formaggi stagionati o piatti a base di carni rosse.

Che aspettate? Entrate subito nell'affascinante universo dei bianchi da invecchiamento!

26 vini

per pagina

26 vini

per pagina