CONSEGNA GRATIS

Tommaso Bussola Amarone della Valpolicella 2008 Amarone della Valpolicella DOC

Bussola Vigneto Alto 2009 Amarone della Valpolicella Classico DOC

0.75 l
Bussola Bussola Vigneto Alto 2009 Amarone della Valpolicella Classico DOC Rosso https://vino.it/media/catalog/product/v/i/vino-bussola-amarone-vigneto-alto-2009-amarone-della-valpolicella-doc_1.jpg

Disponibile

In enoteca: 170,00 €

su Vino.it: 145,00 €

L'amarone Vigneto Alto della cantina Bussola rappresenta l'eccellenza nel territorio della Valpolicella
L’uva viene raccolta e selezionata nel piccolo vigneto vicino alla cantina.
L'uva viene poi messa a riposo dalla metà del mese di settembre fino alla metà del mese di gennaio. Il mosto viene poi lasciato fermentare circa cinquantacinque giorni con le vinacce e vengono effettuati frequenti rimontaggi. Svinato è posto in vasca d’acciaio ancora per dieci giorni.
L'affinamento avviene in tonneaux nuovi di rovere francese ed est europeo, con un residuo zuccherino di 40 g/l. Qui vi rimane per trenta mesi sulle proprie fecce dove continua la fermentazione molto lentamente.
Elegante, morbido, robusto, con fini tannini questo vino rosso veneto si abbina perfettamente a carni rosse e formaggi stagionati.
Da servire a 18/20 °C.
Abbinamenti: primi a base carne, grandi arrosti, selvaggina, formaggi stagionati
Bussola

Scheda del vino Bussola Vigneto Alto 2009

Regione Veneto
Vitigno principale Corvina, Corvinone, 75%
Uvaggio Rondinella, 20% Molinara e altre varietà 5%
Alcol (%) 17
L’azienda

Bussola

Tommaso Bussola è uno dei grandi interpreti dei vini della Valpolicella e si è distinto per i suoi vini molto concentrati e di grande struttura, sembra divertirsi con le sperimentazioni, e non si considera mai appagato dai risultati che anno dopo anno riesce a raggiungere.

Infatti, i tempi di affinamento non sono mai uguali, i tipi di botte sono le più diverse, addirittura i legni vengono scelti a seconda della vendemmia e quindi del carattere di ciascuna annata. Tutti i vini prodotti da questa cantina hanno carattere e personalità da vendere come il loro infaticabile produttore!

La storia di Tommaso Bussola nasce e si sviluppa nel territorio ñ armonioso, bellissimo e di antica tradizione - della Valpolicella; l'anno dí esordio è il 1977, quando Tommaso inizia a lavorare nella piccola azienda vinicola dello zio Giuseppe. I tratti della sua personalità, che diverranno poi vero e proprio marchio di fabbrica della produzione, sono evidenti fin da allora, e non lasciano dubbi di sorta.

Parliamo di passione e di positiva caparbietà, di entusiasmo genetico e di quell'energia inesauribile che si ricarica di volta in volta, nello sguardo soddisfatto di un degustatore, con l'apprezzamento positivo del pubblico, grazie al riconoscimento sapiente di chi sa cogliere in un sorso tutta la dedizione investita.

Nei primi anni di attività, Tommaso ricalca fedelmente le orme della tradizione, rispettando i brevi e stabiliti tempi di permanenza dei vini nelle botti; botti che, poi, vengono riutilizzate per più annate. I vini cosÏ ottenuti portano il marchio "BG", ovvero le iniziali dello zio, Bussola Giuseppe.

Ma é nel 1983 che Tommaso, con la sua prima vinificazione, sceglie di intraprendere una nuova sfida: migliorare costantemente la qualità del prodotto. In questa direzione, comincia a curare particolarmente e personalmente la selezione delle uve destinate alla produzione dellíAmarone e del Recioto. La prova che la strada intrapresa è quella giusta, arriva dagli ottimi riconoscimenti ottenuti fin dai primi concorsi enologici. Forte dei primi successi, l'avventura di Tommaso non si ferma, e la costruzione della nuova cantina, negli anni 1992/1993, coincide con l'introduzione delle prime barriques, dove i vini possono ultimare le loro fermentazioni, in un processo qualitativo in costante miglioramento.

I nuovi vini cosÏ ottenuti vengono battezzati con la nuova etichetta "TB"(Tommaso Bussola); lo stile innovativo si affianca cosÏ al fascino tradizionale dello storico marchio "BG". Può una vocazione essere contagiosa? Pare proprio di si, perché nel 1995 anche la moglie Daniela si lancia nellíavventura, con l'ingresso definitivo nell'azienda. E la storia continua...
Tappo Sughero
Abbinamenti primi a base carne, grandi arrosti, selvaggina, formaggi stagionati
Occasione Barbeque, Business lunch, Degustazione tra esperti, Un grande classico per non sbagliare