NOVITÀ

Hauner Malvasia Naturale 2014 Malvasia delle Lipari DOC

Caravaglio Malvasia Passito 2017 Malvasia delle Lipari DOC

0.5 l
Caravaglio Caravaglio Malvasia Passito 2017 Malvasia delle Lipari DOC Dolce
Gambero Rosso: Tre bicchieri

Disponibile

In enoteca: 37,00 €

su Vino.it: 32,50 €

L'annata 2016 di questa Malvasia passita di Caracaglio è stata premiata come vino dolce dell'anno e l'annata 2017 con i 3 bicchieri dal Gambero rosso.
La Malvasia passita è storia delle isole Eolie. Fu vino regale in tutta Europa fino a inizio Novecento. Fillossera, emigrazione e guerre ne fecero quasi perdere le tracce. Le uve, a giusta maturazione, sono raccolte a mano e poste ad appassire al sole mediterraneo di settembre sui tradizionali cannizzi (graticci) per circa 15-20 giorni. Dopo la vinificazione, senza aggiunta di lieviti, la Malvasia bio di Caravaglio è affinata in parte in acciaio e in parte in rovere per sei mesi. Riposa poi altrettanto in bottiglia.
Vino dolce siciliano ambrato con riflessi dorati, luminoso e cristallino. Uno scrigno di profumi: datteri, albicocche secche, fichi, uva sultanina che si caratterizza da note di vaniglia. Elegante freschezza per un vino dolce che non risulta essere stucchevole. Finale lungo con accenno di sapidità stuzzicante e accattivante.
Ottimo con dolci al cucchiaio, magari resi ancora più golosi da caramello salato o burro salato, e con tutti gli abbinamenti tra sapori burrosi e gusti freschi o sapidi, come fois gras con confettura di ribes, gorgonzola dolce con composta di pere o biscotti al burro salato con marmellata di albicocche.

Provalo ora o vai a tutti i vini premiati dal Gambero Rosso
Abbinamenti: dolci al cucchiaio, tiramisu, torte di frutta
Potresti provare anche:
Ruffino Serelle 2012 Vin Santo del Chianti DOC

In enoteca: 15,90 €

su Vino.it: 11,90 €

Bertani Recioto 2014 Recioto della Valpolicella Valpantena DOCG

In enoteca: 23,40 €

su Vino.it: 19,90 €

Scheda del vino Caravaglio Malvasia Passito 2017

Regione Sicilia
Vitigno principale Malvasia delle Lipari
Uvaggio Malvasia di Lipari 95%, Corinto Nero 5%
Alcol (%) 12.5
L'azienda

Una volta tornato a Salina, il pensiero di Nino Caravaglio fu di lavorare per il miglioramento qualitativo, risultato che negli anni lo portò a diverse sperimentazioni, affinamenti tecnologici (senza mai esagerare poiché la cantina non è un’officina) e a compiere tutti i passi necessari per produrre e mettere sul mercato seriamente i prodotti storici dell’isola di Salina: vino e capperi. Trovò un’isola diversa da quella della sua infanzia.

“Negli anni Ottanta, nel giro di pochi anni, tutto a Salina era mutato.

Il turismo aveva riconvertito l’economia dell’isola che aveva via via quasi perso la sua preponderante identità agricola”. Tutto successe molto in fretta e questo cambio repentino mutò anche l’impronta antropologica e le relazioni e i rapporti mutarono di conseguenza. Ma Caravaglio era convinto: voleva sviluppare il suo progetto agricolo e voleva farlo puntando al massimo dello sviluppo qualitativo.

Pensava alla due colture tradizionali: vino e capperi.

L’azienda nasce nel 1989. Puntare alla qualità significò da subito una scelta importante: produrre secondo i dettami dell’agricoltura biologica. Oggi i terreni vitati in diretta conduzione aziendale sono distribuiti su una superficie di circa 20 ettari.

Abbinamenti Dolci al cucchiaio, tiramisu, torte di frutta
Occasione Un grande classico per non sbagliare
Dai un'occhiata anche a
Scrivi la tua recensione

Ogni cliente registrato può scrivere una recensione. Accedi o registrati