Prosecco

Prosecco

Anche voi siete appassionati di vini Prosecco e non riuscite a immaginare un brindisi con gli amici senza una buona bottiglia? Ecco la sezione di Vino.it perfetta per voi, dove potrete comprare i migliori Prosecchi: il quello di Valdobbiadene, quello di Asolo, il Treviso DOC e ovviamente il Cartizze.

Qualunque sia il vostro programma, scegliete adesso il vostro!

15 vini

per pagina

15 vini

per pagina

Storia e caratteristiche del Prosecco

La Doc Prosecco comprende le province del Veneto e del Friuli Venezia Giulia di Treviso, Venezia, Vicenza, Padova, Belluno in veneto e Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine.

Il vino Prosecco DOC (Denominazione di Origine Controllata) puo essere prodotto in 5 province venete e 4 province del Friuli Venezia Giulia. Precisamente a Treviso, Venezia, Vicenza, Padova, Belluno in veneto e Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine in Friuli. .

Secondo quanto previsto dal consorzio di tutela della denominazione di origine controllata questo vino nasce dal vitigno Glera e viene prodotto con il metodo martinotti (o charmat) cioè con la seconda fermentazione in autoclave di acciaio. Questa tecnica di produzione del Prosecco, a differenza del metodo classico o champenoise, valorizza al meglio i profumi delle uve.

Da questo vitigno nascono anche due DOCG: il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, nato nelle omonime zone del Trevigiano, e il Colli Asolani Prosecco DOCG (o Asolo DOCG) prodotto attorno ad Asolo in provincia di Treviso.

Il primo ha un profumo leggero e fruttato, ed è sapido e leggermente amarognolo nel finale al palato; i vini asolani sono eleganti leggeri e hanno un profumo delicato floreale e fruttato con note agrumate, di fiori bianchi e di miele.

Il Cartizze è il Prosecco più famoso ed è una sottozona di Conegliano Valdobbiadene dai livelli di eccellenza paragonabili a quelli dei Franciacorta.


Curiosità e abbinamenti

L’aperitivo più amato d’Italia può essere fermo (tranquillo), frizzante o spumante. Tra un vino frizzante e spumante cambia la pressione a cui è sottoposto il vino in bottiglia, pari ad almeno 3 bar per gli spumanti e compresa tra 1 e 2,5 bar per i vini frizzanti (che quindi hanno meno bollicine).

Normalmente si usa il metodo Charmat (o Martinotti), ma per il Prosecco Colfondo o Sur Lie si usa il metodo tradizionale di una volta, e lo spumante rifermenta in bottiglia senza sboccatura. In base al grado zuccherino si distinguono Pas Dosé o Dosaggio Zero, Extrabrut, Brut, Extra dry e Dry, che trovate tutti nella nostra enoteca online. Il Millesimato, invece, nasce quando il vino utilizzato per la cuvée è di un’unica annata, e secondo noi il Prosecco migliore è quello di Dal Bello, per fare bella figura senza svenarvi.

Ma in quali occasioni stapparlo? L’aperitivo con il Brut per il classico Spritz è solo una possibilità, perché il Prosecco è un vino a tutto pasto ed è versatile negli abbinamenti. Se l’Extra Dry è perfetto per i piatti speziati e piccanti della cucina etnica, il Prosecco Dosaggio Zero esalta la frittura mista di pesce e i fritti in genere con il suo gusto secco. Il Prosecco di Valdobbiadene infine è un ottimo compagno per una cena di pesce, in particolare con frutti di mare e molluschi, magari nella sua versione più ricercata, il Cartizze.

Scegli subito il tuo, su Vino.it puoi sempre comprare il prosecco a prezzi scontati!