Tutti i bianchi…

Vini da 1 a 60 di 112 in tutto

per pagina

Pagina:
  1. 1
  2. 2

Vini da 1 a 60 di 112 in tutto

per pagina

Pagina:
  1. 1
  2. 2

La produzione del vino bianco.

Si possono produrre vini bianchi secchi sia da uve nere che da uve bianche ma, vinificando uve nere “ in bianco”, è molto importante che la pressatura e la separazione del mosto dalle bucce sia il più veloce possibile, in modo che le bucce non facciano in tempo a cedere colore al mosto.

Nella vinificazione in bianco le uve bianche una volta effettuata la vendemmia , vengono traportate in cantina , diraspate e pressate e il mosto separato senza nessuna macerazione. Alle volte però, si pigiano le uve facendole poi macerare con le bucce a bassa temperatura (la cosiddetta criomacerazione) per un periodo più o meno lungo. In questo modo si possono ottenere vini più ricchi e morbidi.

A questo fase segue la chiarifica, che si può ottenere facendo riposare il mosto, per raffreddamento, centrifugazione o filtrazione.

La fermentazione inizia o immettendo lievito selezionato nel mosto oppure spontaneamente.

sotto l’azione dei lieviti indigeni presenti nell’uva. Per mantenere i profumi, la finezza e la freschezza dei vini bianchi la fermentazione viene fatta a temperature inferiori rispetto alla vinificazione in rosso, generalmente attorno ai 18°C. In questo processo lo zucchero viene trasformato in alcool etilico, anidride carbonica e altri prodotti secondari.

Per ottenere un vino fresco e vivace, da bere giovane, si evita la fermentazione malolattica, imbottigliando presto, previa filtrazione e stabilizzazione.

AI vini più complessi , affinati o fermentati in legno, si fa fare normalmente la fermentazione malolattica e l’imbottigliamento avviene solo dopo diversi mesi passai nel legno.

Tra tanti vini siete indecisi su cosa scegliere? Nessun problema: potete decidere in base al vitigno, ai premi ricevuti, dai Grappoli di Bibenda ai Bicchieri del Gambero Rosso, alle caratteristiche, dal fruttato al minerale, o magari anche in base alla regione di produzione, dalla Sicilia al Friuli, e per potete anche utilizzare le nostre guide.

Cedete subito al loro fascino oppure o divertitevi ad affinare i vostri bianchi in cantina, e sapranno regalarvi emozioni. Non ci credete? Siamo sicuri che grandi vini come il miglior vino bianco secco dell'Alto Adige, il Pinot Bianco Vorberg di Terlano, il Lugana Brolettino di Ca’ dei Frati, il mitico Cervaro della Sala di Antinori e il Riesling tedesco di J.J. Prüm vi faranno cambiare idea.

I vini bianchi secchi sapranno sorprendervi anche a tavola. Perfetti per l’aperitivo, come il Muller Thurgau e il Sauvignon, il loro abbinamento più naturale è con i piatti di pesce, soprattutto per quanto riguarda il Verdicchio, il Vermentino e i vini bianchi campani più famosi: Fiano di Avellino e Greco di Tufo. Vi suggeriamo però di provare anche quello con i formaggi, magari freschi e ricchi di latte come la gustosa mozzarella di bufala, oppure con le carni bianche, come le classiche scaloppine. Se poi siete amanti della cucina asiatica il vino migliore è il vino bianco aromatico dell'Alto Adige per eccellenza: il Gewurztraminer!