-25%

Fontanafredda Marin 2013 Langhe DOC

Fontanafredda Marin 2013 Langhe DOC

0.75 l
Fontanafredda Fontanafredda Marin 2013 Langhe DOC Bianco

Disponibile

In enoteca: 18,90 €

su Vino.it: 14,20 €

Dai migliori vigneti di Serralunga nasce questo blend die Riesling e Nascetta veramente particolare!
Il vino affina sulle fecce fini per 4 mesi e poi riposa in bottiglia per 3 anni prima di essere messo in commercio.
Il risultato è una fantastica unione della mineralità del Riesling con gli aromi tipici della Nascetta: profumi di agrumi, pesca a polpa bianca, alloro e rosmarino.
Da provare!
Abbinamenti: antipasti, insalate e piatti estivi, risotti alle verdure, carne bianca, tacchino alla griglia, pollo arrosto
Fontanafredda
Potresti provare anche:
Kuhn Riesling vom Kalksteinfels Trocken 2015 Deutscher Qualität

In enoteca: 25,00 €

su Vino.it: 22,50 €

Borgo Conventi Pinot Grigio 2016 Collio DOC

In enoteca: 12,50 €

su Vino.it: 9,40 €

Tormaresca Roycello Fiano 2016 Salento IGT

In enoteca: 12,40 €

su Vino.it: 10,50 €

Scheda del vino Fontanafredda Marin 2013

Regione

Piemonte

Vitigno principale Riesling
Uvaggio Nascetta
Alcol (%) 12,5
L'azienda

Fontanafredda

I vini Fontanafredda sono vini d’eccellenze, frutto della lontana passione per l’arte vinicola che contraddistingue la zona delle Langhe del Piemonte, terra del Barolo. La cantina Fontanafredda ha una storia regale: nel 1858 infatti le tenute di Giacomo Roggeri a Serralunga d’Alba vengono acquistate da re Vittorio Emanuele II re d di Sardegna, L’acquisto era un dono d’amore per Rosa Vercellana, più nota come “la bela Rusin” sua amante per decenni, insignita da lui col titolo Contessa di Mirafiore e Fontanafredda per divenire poi sua moglie morganatica. L’amore tra i due generò i suoi frutti, Emanuele Guerrieri, il vero pioniere della cantina; fu lui a dare il via alla produzione del Barolo Fontanafredda, vinificato e commercializzato secondo metodi così moderni e innovativi conquistarsi subito un posto di prestigio tra le più importanti cantine d’Europa.

Nel corso degli anni la tenuta è stata possedimento del Monte dei Paschi di Siena ma il suo splendore antico ritorna pienamente in auge da quando la cantina Fontanafredda viene acquistata da Oscar Farinetti, patron di Eataly. L’obbiettivo primo di Farinetti è di trasformare, grazie a metodi di agricoltura sostenibile i vitigni tipici del Barolo, e non solo, in bottiglie di grande prestigio. Con lui i vini Fontanafredda diventano vini biologici che riescono a regalare tutta la morbidezza e la poesia dei 120 ettari di colline su cui crescono i loro vigneti senza l’uso di erbicidi, pesticidi e solfiti. La sfida è riuscita e la cantina Fontanafredda ad oggi continua a raggiungere importantissimi riconoscimenti internazionali come quello ottenuto nel 2017 come la “Cantina Europea dell’Anno” nell’’ambito degli Wine Star Awards, uno dei concorsi più prestigiosi al mondo promosso dalla celebre rivista Wine Enthusiast,. L’esperienza cresciuta nel rispetto di tecniche di viticoltura proprie della tradizione delle Langhe unita alla grande sapienza e passione per una vinificazione che predilige l’uso di lieviti autoctoni, l’affinamento in cemento e l’invecchiamento in botti di rovere fa si che i non solo il Barolo Fontanafredda, ma tutti i loro vini siano prodotti d’eccellenza .

Tra i vini rossi è impossibile non considerare le proposte di vini piemontesi come il Dolcetto imbottigliato nelle etichette Treiso Dolcetto d’Alba Fontanafredda e Briccorotondo Langhe Dolcetto DOC, o le innumerevoli possibilità di Nebbiolo racchiuse nelle celebri e pluripremiate bottiglie di Barolo,come La rosa Barolo DOCG, di Barbaresco com’è la bottiglia Coste Rubin Fontanafredda inserita tra i suoi vini fuori classe, o la bottiglia Nebbiolo le Langhe Fontanafredda.

Ma il grande nome della cantina non può non offrire anche alla passione dei palati vini bianchi di eccellenza come l’etichetta Gavi di Gavi Fontanafredda che trasforma il vitigno Cortese in un vino gioioso, secco, armonico e profumato, o la bottiglia Marin Fontanafredda, anche questa tra i fuori classe Fontanafredda, dove le uve di Riesling si uniscono a quelle della Nascetta generando un vino fresco dai profumi di mediterraneo.

Anche gli Spumanti Fontanafredda sono vini di alto lignaggio che, utilizzando il metodo classico delle Langhe del Piemonte generano le bottiglie di grande sofisticatezza come lo spumante l’Alta Langa Fontanafredda, dal perlage persistente e sapore complesso, lo spumante la Cuvèe o la Contessa Rosa, spumante rosato, elegante come colei di cui porta il nome, la contessa di Miramare Rosina, ottenuto da uve di Pinot Nero Chardonnay.

L’eccellenza Fontanafredda continuano giorno dopo giorno a costruire la Storia della tradizione vinicola del Piemonte. Il mnome Fontanafredda è garanzia di vini di gran classe, eleganza, complessità e soprattutto amore per il territorio. Provali tutti per vivere un’ esperienza unica come un tuffo nella storia del vino. I vigneti di Fontanafredda sono collocati nel territorio dei comuni di Serralunga d’Alba, Diano d’Alba, Barolo, Dogliani, Farigliano, Alba, Rodello e Murisengo, in una fascia altimetrica compresa tra i 200 e i 400 metri, su colline con pendii a profilo per lo più regolare e crinali arrotondati. Langhe, Roero e Monferrato sono diventati nel 2014 il 50° sito italiano patrimonio dell'Unesco. Primo in assoluto per paesaggi agricoli votati alla viticoltura.

Abbinamenti antipasti, insalate e piatti estivi, risotti alle verdure, carne bianca, tacchino alla griglia, pollo arrosto
Occasione Cena vegetariana, Pic Nic, Rito quotidiano, Serata tra amici
Dai un'occhiata anche a
Recensioni (1)
Un bianco da invecchiamento strepitoso
Qualità
Rapporto qualità/prezzo
Prezzo
È bello quando aziende storiche si cimentano in progetti nuovi, specie se questo accade in Piemonte, terra d'elezione dei grandi rossi, e accade con un bianco autoctono poco conosciuto come la Nascetta. Un gran bel vino il Marin di Fontanafredda, con tutta la mineralità e l'eleganza naturale del Riesling e con quei profumi agrumati e assolutamente stuzzicanti della Nascetta. Perfetto già adesso, ma sicuramente sorprendente con altri anni di invecchiamento. Recensito da Sara di Vino.it (pubblicato il 14/09/2018)
Scrivi la tua recensione

Ogni cliente registrato può scrivere una recensione. Accedi o registrati