La Spinetta Gallina 2013 Barbaresco DOCG

La Spinetta Gallina 2013 Barbaresco DOCG

0.75 l
La Spinetta La Spinetta Gallina 2013 Barbaresco DOCG Rosso https://vino.it/media/catalog/product/b/a/barbaresco_gallina.jpg
Gambero Rosso: Due bicchieri rossi
A.I.S.: Tre viti
Bibenda: Cinque grappoli
Parker: 93 punti

Questo vino è esaurito ma abbiamo altri 600 vini per te. Clicca qui

In enoteca: 141,00 €

su Vino.it: 129,00 €

Dall'omonimo vigneto di 5 ettari, questo Barbaresco non filtrato affina per 22 mesi in legno e riposa per un ulteriore anno in bottiglia. Un rosso seducente che intriga il naso con profumi di mora e frutti rossi uniti a note più balsamiche di menta, anice e spezie. Splendido da bere subito, ancor più complesso per chi saprà aspettare fino a vent'anni e più!
Abbinamenti: pasta al ragù di anatra, tagliatelle ai porcini, risotto al tartufo, tagliata alla griglia, arrosto di manzo, brasato, formaggi stagionati

Scheda del vino La Spinetta Gallina 2013

Regione

Piemonte

Vitigno principale Nebbiolo
Uvaggio Nebbiolo 100%
Alcol (%) 14.5
Contiene solfiti
Imbottigliato da La Spinetta - ICRF. CN 5832 - Ginzane Cavour - Italia
L’azienda La storia della famiglia Rivetti ha inizio nel 1890, quando Giovanni Rivetti, il nonno dei tre fratelli Carlo, Bruno e Giorgio, lascia il Piemonte per emigrare in Argentina. Come la maggior parte degli italiani di quell'epoca, il suo sogno è quello di trovare fortuna e di ritornare successivamente in patria per diventare un grande produttore di vino. Lui purtroppo non ci riesce, ma a realizzare il suo sogno è il figlio Giuseppe (soprannominato Pin), il quale sposa Lidia, acquista vigneti e inizia a produrre vino. La famiglia ha obiettivi molto ambiziosi; nel 1985 LA SPINETTA inizia a produrre il suo primo vino rosso, Barbera Cà di Pian, seguito da altri grandi rossi negli anni successivi. Nel 1989 i tre fratelli Rivetti dedicano al padre l'assemblaggio Pin. Nel 1995 vede la luce il primo Barbaresco, Gallina nel 1996 seguono il Barbaresco Starderi e la Barbera d'Alba Gallina. Negli anni seguenti, 1997 il Barbaresco Valeirano e nel 1998 nasce la Barbera d'Asti Superiore. Nel 2000 la famiglia inizia a produrre il tanto ambito Barolo Campè. I Rivetti acquistano vigneti a Grinzane Cavour e costruiscono una cantina altamente moderna e tecnologica, LA SPINETTA Campè.
Tappo Sughero
Abbinamenti pasta al ragù di anatra, tagliatelle ai porcini, risotto al tartufo, tagliata alla griglia, arrosto di manzo, brasato, formaggi stagionati
Occasione A lume di candela, Business lunch, Degustazione tra esperti, Happy Hour, Un grande classico per non sbagliare