Mazzei Siepi 2015 Toscana IGT

Mazzei Siepi 2015 Toscana IGT

0.75 l
Mazzei Mazzei Siepi 2015 Toscana IGT Rosso https://vino.it/media/catalog/product/v/i/vino-mazzei-siepi-2015-toscana-igt.jpg
Gambero Rosso: Tre bicchieri
A.I.S.: Quattro viti
Bibenda: Cinque grappoli
Parker: 93 punti
Wine Spectator: 95 punti

Questo vino è esaurito ma abbiamo altri 600 vini per te. Clicca qui

In enoteca: 113,00 €

su Vino.it: 87,90 €

Il Siepi è "uno dei 50 vini che hanno cambiato lo stile del vino italiano". "Gambero Rosso".
La 2015 è stata un annata straordinaria, forse una delle migliori , con incredibili riconoscimenti dalle guide.
98 punti da James Suckling, 95 punti da Wine Spectator, e bicchieri dal Gambero rosso e 5 grappoli da Bibenda.
Nonostante la prima bottiglia sia del 1992, le origini di Siepi risalgono a poco meno di 600 anni fa. In un documento presente nell’archivio di famiglia risalente al 1435, è annoverata, tra le proprietà di Smeralda Mazzei, l’area di Siepi descritta come «un pezzo di terra contigua alla casa, olivata ,vitata e querciata
Le uve Sangiovese e Merlot in uguale proporzione provengono da uno dei vigneti più antichi del Chianti Classico con un esposizione unica: si trova su un plateau ben illuminato durante tutto il giorno e circondato da un bosco di querce che regala un microclima perfetto, con rilevanti escursioni termiche tra il giorno e la notte.
L'affinamento avviene per 18 mesi in piccoli fusti di rovere francese da 225 lt.
Supertuscan sontuoso, monumentale con note croccanti di sambuco, prugne, piccoli frutti, legno di sandalo, tabacco ed un finale decisamente lungo, definito e chiaro.
Da abbinare a piatti di carne ricchi e strutturati, umidi, cacciagione, formaggi erborinati.
Abbinamenti: piatti di carne rossa, umidi, cacciagione, formaggi erborinati
Mazzei

Scheda del vino Mazzei Siepi 2015

Regione

Toscana

Vitigno principale Sangiovese
Uvaggio 50% Sangiovese, 50% Merlot
Alcol (%) 14
Contiene solfiti
Imbottigliato da MARCHESI MAZZEI SPA AGRICOLA - Castellina in Chianti (SI) - Italia
L’azienda

Castello di Fonterutoli

Le prime testimonianze della famiglia Mazzei le troviamo già nel 1398.

Ser Lapo : il primo a chiamare “Chianti” il vino della zona

“E de’ dare, a dì 16 diciembre (1398), fiorini 3 soldi 26 denari 8 a Piero di Tino Riccio, per barili 6 di vino di Chianti... li detti paghamo per lettera di Ser Lapo Mazzei”.

“Non vi curate della spesa di quel vino; che, bench’egli fosse caro, la bontà ristora.”29 aprile 1394

“Solo vi dico, ch’io ho imbottato oltra 125 barili di vino; che ve n’ha 18 de’ migliori del mondo.”14 novembre 1397

“Credo che abbattendovi a uno vino che fosse secondo vostra natura, non vi bisognarebbe altro medico a ritornarvi le forze.”1404

Ancora oggi, dopo quasi sei secoli, la famiglia Mazzei - sotto la guida di Lapo, che con i figli Filippo e Francesco conduce le proprietà - si dedica all'attività vitivinicola con un impegno costante e innovativo nel rispetto del territorio.

Castello di Fonterutoli - Mazzei è uno dei marchi italiani più prestigiosi, l’azienda vinicola più premiata della Toscana.

Mantenere vivi i valori della storia e della tradizione famigliare, declinandoli in funzione delle esigenze di mercato ma anche delle opportunità offerte dalle moderne tecnologie: questo l’obiettivo che si pone oggi la famiglia Mazzei, alla guida dell’azienda. In questo quadro, si collocano quindi diverse importanti scelte strategiche, come l’adozione dei più moderni sistemi di tutela dell’ambiente (a cominciare da quelli per l’autoproduzione di energia), o, per altro verso, la progressiva creazione di un vero e proprio Gruppo vitivinicolo, attraverso l’acquisizione di aziende vitivinicole nelle due aree considerate più promettenti in Italia: Maremma e Sicilia sud orientale.

Tappo Sughero
Abbinamenti piatti di carne rossa, umidi, cacciagione, formaggi erborinati
Occasione Degustazione tra esperti