Giro d’Italia 2019: 21 tappe per 21 diverse denominazioni.

Giro d’Italia 2019: 21 tappe per 21 diverse denominazioni.

E tornato il giro ciclistico più bello del mondo, sia per gli appassionati di ciclismo sia per gli italiani che colgono l’occasione della corsa rosa per conoscere meglio le bellezze e le ricchezze gastronomiche dell’Italia.

Partecipa al nostro Giro d’Italia dei vini, scoprirai 21 diverse denominazioni vicine alle 21 tappe del giro.

Seguici e ogni giorno troverai i vini in offerta legati alla tappa, con vini meno noti come il Cacc’e Mitte di Lucera (6° tappa), il Frascati, il Rossese di Dolceacqua (11° tappa), per finire gli ultimi chilometri con il vino migliore di Verona, città dell’ultima tappa del giro, l’Amarone della Valpolicella.


Oggi tutti a Ponte di Legno con lo Sforzato della Valtellina DOCG ad aspettare l’arrivo dei corridori alla 16° tappa!

43 vini

per pagina

43 vini

per pagina

Giro d'italia 2019: tappe e vini

1° e 2° tappa: le prime tappe saranno in Emilia Romagna e nell’Alta Toscana, con la cronometro Bologna - Santuario di San Luca e la Bologna-Fucecchio. Da queste parti della Toscana bisogna provare il Chianti Montalbano DOCG, come quello di Cantagallo il cui motto è “una vigna, una bottiglia”.

3° tappa: la tappa Vinci - Orbetello del 13 maggio ci porta a scoprire il selvaggio Sangiovese con il Morellino di Scansano, fantastico se vi piacciono i vini di carattere.

4°tappa Orbetello - Frascati e 5° tappa Frascati - Terracina: queste tappe ci fanno apprezzare i vini del Lazio con il Frascati e i vini Lazio IGT dell’azienda Casale del Giglio.

6° tappa Cassino - San Giovanni Rotondo: non lontanto dall’arrivo si produce il Cacc’e Mitte di Lucera, poco conosciuto e meritevole di attenzioni. La tappa successiva, da Vasto a L’Aquila è un’ottima occasione per promuovere la cultura enogastronomica dell’Abruzzo con i vini Montepulciano Abruzzo Doc.

Dalle Marche, con l’ottava tappa del Giro d’Italia in arrivo a Pesaro annaffiata dal Verdicchio dei Castelli di Jesi, arriveremo alla nona tappa il 19 maggio, Riccione - San Marino, una cronometro che non poteva che celebrare il Sangiovese di Romagna.

10° tappa Ravenna - Modena: qui entriamo nelle terre del Lambrusco, e ci godiamo un bel Lambrusco di Sorbara, per poi ripartire il 22 maggio da Carpi a Novi Ligure e scoprire un rosso della Liguria entusiasmante, il Rossese di Dolceacqua.

12° e 13° tappa in Piemonte, da Cuneo a Pinerolo e Ceresole Reale, con il grande classico Nebbiolo Langhe Doc e un rosso da condividere, il Grignolino d’Asti.

Il 25 Maggio il Giro arriva in Valle d’Aosta con la 14° tappa da Saint-Vincent a Courmayeur, alla scoperta dei vini valdostani. Alcuni esempi? Il Muscat di Chambave premiato Vino Slowfood 2019 e lo spumante più alto d’Europa: l’XT Vallée d’Aoste Doc, utilizzato per inaugurare la nuova Skyway Monte Bianco.

Il giorno dopo con la tappa da Ivrea a Como sarà il momento dell’Erbaluce di Caluso DOCG, e il giorno successivo tutti a Ponte di Legno con lo Sforzato della Valtellina DOCG ad aspettare l’arrivo dei corridori alla 16° tappa.

17° tappa: Commezzadura (Val di Sole) - Anterselva/Antholz dal Trentino all’Alto Adige con le bollicine di Arunda per arrivare alla 18ª tappa da Valdaora/Olang a Santa Maria di Sala con i vini Vigneti delle Dolomiti IGT.

19ª tappa Treviso-San Martino di Castrozza e qui si pedala a tutte bollicine con il Prosecco di Treviso Doc, per proseguire con l’ASOLO Docg per la 20° tappa da Feltre a Croce d'Aune - Monte Avena.

Il Giro d’Italia 2019 e il nostro personale giro d’Italia dei vini si concluderà il 2 giugno, con la 21° tappa a Verona, una cronometro in cui non poteva che essere protagonista uno dei migliori vini d’Italia: l’Amarone della Valpolicella.


Segui le tappe del Giro d'Italia dei vini,scopri quello in offerta oggi