Ruffino Alauda 2013 Toscana IGT

Ruffino Alauda 2013 Toscana IGT

0.75 l
Ruffino Ruffino Alauda 2013 Toscana IGT Rosso https://vino.it/media/catalog/product/a/l/alauda_3.jpg

Questo vino è esaurito ma abbiamo altri 600 vini per te. Clicca qui

In enoteca: 86,50 €

su Vino.it: 79,00 €

Il 2013 è la seconda annata di questo vino che fin dalla prima annata ha fatto parlare di sé! La sua storia comincia all’inizio degli anni 2000, quando gli agronomi Ruffino identificano microclimi e profili di suolo particolari nella tenuta Ruffino di Poggio Casciano, nel Chianti Colli Fiorentini, ideali per Merlot e Cabernet Franc, e decidono di affiancare a questi due grandi vitigni internazionali il Colorino, proveniente dal vigneto Alexander della tenuta di Montemasso. L'Alauda ha tutte le caratteristiche di un grande Supertuscan: le note balsamiche e aromatiche di Cabernet Franc e Colorino, sposano il frutto rosso conferito dal Merlot e l’affinamento in barrique di rovere francese per 24 mesi conferisce complessità e armonia e regala note più dolci e speziate. Armonico e complesso al palato, questo vino ha una morbidezza avvolgente grazie a tannini eleganti. Un vino di classe pronto a conquistarti!
Abbinamenti: salumi, formaggi stagionati, antipasti, primi a base carne, carne rossa
Ruffino

Scheda del vino Ruffino Alauda 2013

Regione

Toscana

Vitigno principale Cabernet Franc
Uvaggio 45% Cabernet Franc, 45% Merlot, 10% Colorino
Alcol (%) 14,5
Contiene solfiti
Imbottigliato da Ruffino Srl - Pontassieve - Italia
L’azienda

Ruffino

Ruffino

Ruffino nasce nel 1877, nel borgo di Pontassieve, alle porte di Firenze grazie ai cugini Ilario e Leopoldo Ruffino, il loro sogno creare il “vino ideale”. 1913, Ruffino è acquisita dalla famiglia Folonari che ne preserva l’anima toscana portando una mentalità più organizzata e moderna. A Pontassieve viene inaugurata la linea ferroviaria e i giornali dell’epoca raccontano di un brindisi a base di Chianti Ruffino del 1878. 1945, la storia di Ruffino si interseca a quella d’Italia. Durante la Seconda Guerra Mondiale le cantine di Pontassieve vengono scambiate per la vicina stazione e distrutte dai bombardamenti. Gli anni ’50 e ’60 sono un periodo difficile in Italia, con la ricostruzione prima e lo sfaldamento del sistema mezzadrile poi. In questi anni Ruffino è un simbolo della Dolce Vita in Italia e all’estero, dove i suoi vini raggiungono oltre 100 Paesi e allietano le tavole di Charles De Gaulle, Re Gustavo di Svezia e della Regina Elisabetta. 1984, il Chianti diventa una DOCG e, quasi come un segno del destino, è una bottiglia di Chianti Ruffino a portare la prima fascetta, la numero AAA00000001. Gli anni ’90 sono un momento di splendore per i vini toscani e anche per Ruffino che ne è buon emblema. Il grandioso Colorino di Santedame dà vita al Romitorio e nasce Modus, destinato negli anni a venire a rappresentare meravigliosamente la categoria dei Supertuscan. Oggi, a più di 135 anni dalla sua fondazione e oltre 85 dalla prima annata di Riserva Ducale, Ruffino continua ad esprimere attraverso ogni bottiglia prodotta la storia e la tradizione della Toscana, come con il Riserva Ducale Oro Gran Selezione, nato dalle uve di Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Merlot delle tenute Ruffino di Gretole e Santedame e affinato per 36 mesi di cui 12 in legno e 24 mesi in bottiglia

Tappo Sughero
Abbinamenti Salumi, formaggi stagionati, antipasti, primi a base carne, carne rossa
Occasione A lume di candela, Barbeque, My way, Notte Rosa, Rito quotidiano, Serata tra amici, Un grande classico per non sbagliare