-25%

Arianna Occhipinti Nero d'Avola Siccagno 2014 Terre Siciliane IGT

Arianna Occhipinti Nero d’Avola Siccagno 2016 Terre Siciliane IGT

0.75 l
Arianna Occhipinti Arianna Occhipinti Nero d’Avola Siccagno 2016 Terre Siciliane IGT Rosso

Disponibile

In enoteca: 38,00 €

su Vino.it: 28,50 €

Siccagno, Nero d’Avola 100% bio nasce da quell’uva concentrata che appunto si dice Siccagna.
Biologico, fermentato con lieviti indigeni e non filtrato questo rosso è una delle massime espressioni di Nero d'Avola in Sicilia.
Caldo, avvolgente e vellutato questo Nero d'Avola naturale affina per 16 mesi circa in botti di rovere di Slavonia.
Abbinamenti: carne rossa, primi a base carne, pesce
Occhipinti
Potresti provare anche:
Donnafugata Floramundi 2016 Cerasuolo di Vittoria DOCG

In enoteca: 19,40 €

su Vino.it: 15,50 €

Foradori Teroldego Sgarzon 2016 Vigneti delle Dolomiti IGT

In enoteca: 31,00 €

su Vino.it: 24,80 €

Scheda del vino Arianna Occhipinti Nero d’Avola Siccagno 2016

Regione Sicilia
Vitigno principale Nero d’Avola
Uvaggio Nero d’Avola 100%
Alcol (%) 13
L'azienda
Arianna Occhipinti

La Sicilia dei grandi vini è fatta anche di persone semplici come Arianna Occhipinti, che ama il suo vino come un essere umano che con il suo carattere forte, le sue armonie e le sue asperità, parla di lei e di una strada, la SP68, da cui è cominciata la sua avventura nel vino.

L'azienda è situata a Vittoria, in provincia di Ragusa ed ha origine nel 2004 quando Arianna Occhipinti acquisisce il suo primo ettaro di terreno.

Oggi l'azienda si estende su 22 ettari piantati prevalentemente a Frappato, Nero d’Avola, Cerasuolo di Vittoria e Zibibbo. I suoi vini vengono definiti naturali in quanto sia in vigna che in cantina le tecniche usate sono quelle dell' agricoltura biologica nel pieno rispetto della natura e dei processi naturali del vino.

“Io non ho paura di niente” dice seria Arianna Occhipinti, e subito dopo sorride, con tutto l'entusiasmo della sua giovane età ma con quel fuoco negli occhi di una piccola viticultrice siciliana che ha già affrontato e vinto tante sfide con vini come il Siccagno e il Frappato, premiato con cinque grappoli dalla guida Bibenda.

Oggi, con la sua spontaneità e la sua faccia pulita è diventata la donna simbolo dei vini naturali, quelli in cui il vignaiolo è custode e interviene il meno possibile in vigna e in cantina, vini magari non perfetti alla vista perché non filtrati, ma allo stesso tempo più territoriali e tipici.

Abbinamenti Carne rossa, primi a base carne, pesce
Occasione A lume di candela, Business lunch, Pic Nic
Dai un'occhiata anche a
Scrivi la tua recensione

Ogni cliente registrato può scrivere una recensione. Accedi o registrati