Cataldi Madonna Pecorino Giulia 2017 Terre Aquilane IGT

Cataldi Madonna Pecorino Giulia 2017 Terre Aquilane IGT

0.75 l
Cataldi Madonna Cataldi Madonna Pecorino Giulia 2017 Terre Aquilane IGT Bianco https://vino.it/media/catalog/product/v/i/vino-cataldi-madonna-pecorino-giulia-2017-terre-aquilane-igt.jpg

Disponibile

In enoteca: 15,00 €

su Vino.it: 13,50 €

Il vino bianco bio Pecorino Giulia della cantina Cataldi Madonna viene prodotto con le uve provenienti dai vigneti delle Località Cona, Frontone e Macerone, zone particolarmente vocata grazie all'esposizione eccellente e alla significativa escursione termica.
Questo vino bianco abruzzese biologico si caratterizza al naso da profumi esuberanti di frutto della passione e pompelmo. Impressiona all'assaggio con una acidità netta e tagliente, piacevolissima, e un corpo pulito e pieno. Un vino fresco, perfetto per l’aperitivo come per accompagnare pesce crudo e crostacei.
Da servire a 10-12°C
Abbinamenti: carni bianche, piatti di mare, sushi
Potresti provare anche:
Scilio Valle 1815 Etna Bianco 2016 Etna Bianco DOC

In enoteca: 35,00 €

su Vino.it: 25,00 €

Scheda del vino Cataldi Madonna Pecorino Giulia 2017

Regione Abruzzo
Vitigno principale Pecorino
Uvaggio Pecorino 100%
Alcol (%) 13
L’azienda

La cantina Cataldi Madonna fu fondata nel 1920 ma è nel 1968 che inizia un'importante opera di rinnovamento da parte di Antonio Cataldi Madonna, che ne promosse l'ampliamento, il reimpianto di nuovi vigneti e la costruzione di nuove strutture. Attualmente è condotta dal figlio, Luigi Cataldi Madonna.

I vigneti sono ubicati su un altipiano alluvionale a ridosso del Gran Sasso d’Italia a 380m s.l.m. su un’estensione totale di 27ha. Il microclima dell’altipiano è caratterizzato da sensibili escursioni termiche. I terreni calcareo-argillosi, ricchi di scheletro, generalmente di medio impasto con qualche leggera differenziazione tra loro, trovano riscontro nelle scelte produttive e naturalmente nei vini. Il terreno del vigneto Pie’ delle Vigne per esempio, a parità di composizione si presenta più superficiale con conseguente minore vigoria delle viti e maggiore concentrazione del frutto. Macerone, Cona e Pie’ delle Vigne sono i nomi delle microzone; talvolta, come nel caso di Pie’ delle Vigne, si tratta di veri e propri cru, che danno il loro nome al vino.

La densità degli impianti oscilla fra i 2600 e i 5000 ceppi per ettaro, le rese sono generalmente limitate, con particolare riferimento ai 40/50 quintali per il Pecorino, i 50/60 quintali per il Montepulciano d’Abruzzo Tonì.

Tappo Sughero
Abbinamenti carni bianche, piatti di mare, sushi
Occasione Barbeque, Cena vegetariana, Festeggiamo!, Happy Hour, Rito quotidiano, Serata tra amici