Valpolicella Doc

Valpolicella Doc

Le colline in provincia di Verona sono famose per un grande rosso da invecchiamento, l’Amarone della Valpolicella, ma qui nascono anche altri vini, come rosso di colore rosso rubino carico e dal gusto vellutato e corposo: il Valpolicella Doc.

Vuoi saperne di più? Qui trovi tutto quello che devi sapere sul Valpolicella Doc e puoi comprare valpolicella online a prezzo scontato!

Le uve che danno vita a questo rosso sono le stesse dell’Amarone: Corvina Veronese dal 45% al 95% e Corvinone nella misura massima del 50% (a sostituzione di una pari percentuale di Corvina) e altre uve locali fino a un massimo del 15% del totale.

La denominazione di origine controllata del vino valpolicella comprende anche il valpolicella classico, che si distingue perché la zona di produzione è quella storica, nei comuni di Sant'Ambrogio di Valpolicella, Fumane, San Pietro in Cariano, Marano e Negrar. C’è poi il Valpolicella Superiore, che ha un’alcolicità maggiore e una maggior rotondità, grazie all’affinamento di almeno un anno.

Ma quali caratteristiche deve avere un buon vino Valpolicella? Quello dell’annata ha i profumi dei rossi giovani, di frutta matura, ciliegia e rosa e una buona vivacità al palato, con un finale caratteristico di mandorle amare. Il Superiore invece è più complesso, con note vanigliate ed eteree e secco e vellutato al palato.

C’è poi un Valpolicella più complesso, che per alcuni versi si può avvicinare all’Amarone, si tratta del Valpolicella Ripasso, che è ottenuto con la macerazione del vino fino al gennaio successivo alla vendemmia con vinacce fermentate di uve appassite precedentemente utilizzate per la produzione del Recioto o dell'Amarone. Questo rende questo vino rosso complesso e strutturato e adatto anche ad un breve invecchiamento.

Ma come abbinare il Valpolicella Doc? Quello dell’annata, giovane e vivace, sarà perfetto con i piatti autunnali ricchi di gusto come i cavatelli zucca e salsiccia, la zuppa di farro e le tagliatelle ai funghi. Il Valpolicella superiore sarà l’ideale con le carni bianche cucinate al forno, con i piatti a base di formaggio fuso e le crespelle al puzzone di moena, e con i formaggi stagionati in genere. Il Valpolicella Ripasso infine sarà azzeccato con i piatti di carne più succulenti e complessi, come la selvaggina, o con i formaggi di lunga stagionatura.

Qualunque sia la tua idea di vino rosso, c’è il Valpolicella che fa per te!

7 vini

per pagina

7 vini

per pagina