FORMAGGI: i principi generali

FORMAGGI: i principi generali

Un buon abbinamento vino-formaggi fa la gioia dei golosi, e per ottenerlo bisogna considerare:
- intensità di gusto: i formaggi freschi amano i bianchi delicati come il Soave, quelli caprini vogliono vini aromatici come il Sauvignon, pecorini e tome di media stagionatura amano bianchi morbidi come la Vernaccia e rossi leggeri come il Morellino, e infine per i formaggi stagionati ci vogliono rossi ricchi e pieni come Barolo e Brunello;
- grassezza: per i formaggi a crosta fiorita come il Brie sono ideali i bianchi aromatici come il Sauvignon e il SP68, per quelli a pasta semidura come la Fontina o invece vini rossi vivaci e di buona acidità come il Torrette o la Barbera;
- succulenza: un buon Parmigiano di 24 mesi farà scintille con il Franciacorta, uno di 36 o 42 mesi invece sarà indimenticabile con un vino dai tannini importanti come un Barolo d'annata;
- piccantezza: l'abbinamento vincente con i formaggi piccanti ed erborinati nasce per contrasto, il Gorgonzola con un bicchiere di Marsala, un ottimo Stilton con il Recioto e soprattutto un eccellente Roquefort con il Muffato della Sala.

37 vini

per pagina

37 vini

per pagina