Castello di Fosini: rarità di Toscana

Castello di Fosini: rarità di Toscana

Pinot Nero e Sauvignon Blanc sono due vitigni che amano il fresco e gli sbalzi termici (come in Alto Adige), condizioni che in Toscana non si trovano quasi mai.

Ecco perché i vini in purezza nati in centro italia da queste uve sono vere e proprie rarità: perché puntare su questi due vitigni in Toscana è un azzardo che si possono permettere solo i produttori con molta esperienza di vino. Come i Marchesi Antinori, che nei pressi delle vestigia dell'antico castello di Fosini, a 650m di altitudine, nel bel mezzo dei boschi di una riserva naturale, hanno trovato le condizioni perfette.

Una sfida difficile, quella di Castello Fosini, che è iniziata con sette mesi di collaborazione con l'Università di Agraria di Firenze, per lo studio microambientale e pedologico e il recupero di terreni abbandonati da quarant'anni. E poi il coraggioso impianto delle giovani barbatelle, con il Sauvignon posto nelle zone con forti escursioni termiche tra il giorno e la notte e il Pinot Nero coltivato nelle zone più riparate e fresche nel periodo estivo.

Oggi, da queste stesse vigne si ottengono vini “fuori dal coro” sia per come vengono fatti (con le uve raccolte a mano sono subito raffreddate a 6°C per esaltarne le caratteristiche varietali) sia per i grandiosi risultati ottenuti. Come il Pinot Nero, maturato in barrique per 10 mesi e dagli spiccati sentori di erbe mediterranei, e come il Sauvignon Blanc, con note di frutto della passione e mela verde e un gusto fresco e croccante, sottolineato dall'affinamento in acciaio.

Se siete appassionati di questi grandi vitigni diffusi in tutto il mondo, non dovete più cercare l'eccellenza nei posti più lontani, dalla California alla Nuova Zelanda, ci sono vini pronti a stupirvi e nati a pochi passi da voi, nel cuore verde della Toscana.

Che aspettate a provarli?

2 vini

per pagina

  • -25%
    Tenuta Campo di Sasso Sof 2017 Toscana IGT
    I vigneti destinati a questo vino sono situati nel parco della riserva naturale delle Cornate di Gerfalco e Fosini, in provincia di Siena, ad un’altitudine di 650 m.s.l.. Le uve sono state raccolte a mano e subito raffreddate mediante camion frigo a 6°C. Così facendo, le uve sono potute arrivare alla cantina perfettamente integre e alla temperatura ideale per la lavorazione. Dopo la pressatura soffice, il mosto ottenuto è stato mantenuto a 10°C per circa 24h così da favorirne l’illimpidimento. A ciò ha fatto seguito il travaso in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata, dove si è svolta la fermentazione alcolica, con lieviti selezionati ad una temperatura non superiore ai 16°C. Dopo la fermentazione il vino è stato travasato e mantenuto in acciaio fino all’imbottigliamento a bassa temperatura, per preservarne la fragranza aromatica varietale. Il Sauvignon Castello di Fosini è caratterizzato dal colore giallo paglierino brillante con riflessi verdi. Ha un’aroma varietale di grande finezza con sentori che ricordano il pompelmo, frutto della passione e mela verde. In sottofondo le leggere note floreali completano il suo bouquet aromatico. Al palato il vino si equilibra perfettamente tra una freschezza vibrante e una dolcezza molto piacevole. Finale persistente, con un retrogusto di agrumi. Vai al vino...
    Abbinamenti: primi vegetariani, sushi, insalate estive

    In enoteca: 17,00 €

    su Vino.it: 12,75 €

  • NOVITÀ
    Tenuta Campo di Sasso Sof 2017 Toscana IGT
    I vigneti destinati a questo vino sono situati nel parco della riserva naturale delle Cornate di Gerfalco e Fosini, in provincia di Siena, a un’altitudine di 650 m.s.l.. Le uve sono state raccolte a mano e subito raffreddate a 6°C. Così facendo le uve perfettamente integre e alla temperatura ideale per la lavorazione ne hanno esaltato inalterate le caratteristiche varietali. Dopo la diraspatura e una parziale pigiatura, l’uva è stata trasferita in tini troncoconici in acciaio inox. La macerazione è durata circa 12 giorni ad una temperatura mai superiore ai 26°C. Durante questo periodo si è conclusa anche la fermentazione alcolica ed il vino ottenuto è stato poi travasato in barriques dove entro la fine dell’anno ha completato anche la fermentazione malolattica. La permanenza in legno è di 10 mesi. Il Pinot Nero Castello di Fosini é caratterizzato dal colore granato brillante. Il profumo è accattivante, con uno spettro aromatico che spazia dal mirtillo nero e ciliegia sotto spirito, alla liquirizia e le erbe mediterranee. Al palato esalta l’equilibrio tra le spiccate note minerali e il retrogusto fruttato. Vai al vino...
    Abbinamenti: primi a base carne, agnello e capretto, formaggi stagionati, carne rossa, pesci saporiti

    In enoteca: 19,90 €

    su Vino.it: 15,90 €

2 vini

per pagina