Donnafugata vini da mille e una notte

Donnafugata vini da mille e una notte

Donnafugata si può riassumere in tre parole: famiglia, natura, Sicilia.

Quest’azienda è stata costruita intorno alla famiglia Rallo, il cui ruolo è rimasto centrale, prima con Giacomo Rallo e sua moglie Gabriella poi con i figli Josè e Antonio. L'avventura di Donnafugata prende avvio nel 1983 dalle storiche cantine della Famiglia Rallo a Marsala e porta avanti un progetto imprenditoriale che conta oltre 160 anni di esperienza nelle vigne di contessa entellina e delle altre tenute in Sicilia.

Il nome Donnafugata nasce dalla donna in fuga del romanzo di Tomasi di Lampedusa Il Gattopardo. Il film cult Il Gattopardo è stato girato in parte nel Castello di Donnafugata (impressionante per il Salone degli Specchi). Lo stesso fascino del Gattopardo è presente nei vini di Donnafugata, che raccontano storie siciliane. Vivi l'atmosfera della Sicilia, stappa anche tu un vino Donnafugata!

4 vini

per pagina

4 vini

per pagina

Cantina Donnafugata: filosofia aziendale

Nelle tenute e nelle cantine di Donnafugata l'amore per la natura si trasforma in atti concreti. Questa azienda è sensibile alla riduzione dell'impatto ambientale ed è certificata carbon footprint e la cantina gravitazionale funziona con l’energia solare e raccontano con passione l'universo siciliano.

Ma più di tutto Donnafugata è Sicilia, con il recupero di vecchi vitigni di Zibibbo per il passito Ben Rye e un totale di 17 diversi vitigni per ottenere il meglio da ogni terreno. Grazie alla Famiglia Rallo, i vini siciliani da semplici vini da taglio sono diventati vini richiesti in tutto il mondo, da Parigi a Hong Kong. Oggi questa azienda conta oltre 60 mercati in cui è presente e un vino su tutti che la rappresenta: il Mille e una Notte.


Ancora oggi José Rallo disegna le inconfondibili e bellissime etichette artistiche dei vini. I volti di donna rappresentati, accattivanti o misteriosi, ne racchiudono le caratteristiche. Anche i nomi sono significativi, come il Ben Rye, "figlio del vento", come il vento caldo che soffia tra i grappoli a Pantelleria, o il Mille e una Notte, il vino siciliano più famoso al mondo, che racconta la sua personalità complessa a poco a poco, a chi ha la pazienza di ascoltarlo.