Cantina Jermann: vini eccellenti del Collio

Cantina Jermann: vini eccellenti del Collio

La sua storia comincia nel 1881 quando la famiglia slovena Jermann si stabilisce a Villanova di Farra una località del Collio, terra oggi rinomata per la sua vocazione alla produzione di vini bianchi di eccellente qualità e vini rossi di grande carattere e schiettezza. Ed è in queste terre che agisce la caparbietà e lungimiranza della famiglia Jermann: nel giro di pochi anni infatti i suoi membri riescono da mezzadri a diventare proprietari di vigneti.

La vera consacrazione della famiglia al vino si ha però nel 1970, quando Silvio Jermann prende il comando dell’azienda familiare. Unendo alla formazione familiare studi appassionati in campo enologico e aggiornati anche attraverso esperienze estere, Silvio Jermann è riuscito in trent’anni a offrire ai mercati italiani e internazionali vini di grande personalità, complessità ed eleganza.

Ad oggi l’azienda Jermann cura i suoi 130 ettari di vigneti, stesi per la maggior parte sulla collina di Ruttars facendo convivere in piena armonia natura e tradizione con le tecniche più aggiornate di coltivazione e vinificazione.

Ogni attività della cantina Jermann segue una sola regola: amare e rispettare la terra che qui nel Collio e a Ruttars, come madre generosa, fa cresce i filari di vite sposandoli col sole. Così dunque la cantina, avvalendosi anche dell’intelligenza e competenza del giovane agronomo Stefano Amedeo, comincia la produzione di vini biologici . Le viti crescono secondo i loro ritmi naturali e le regole del proprio per poi arrivare in cantina dove vengono affinate attraverso le più moderne strumentazioni enologiche. Così tradizione e innovazione camminano all’unisono dando vita a bottiglie diversissime che sono ognuna un’esperienza unica.

Così la cantina Jermann fa crescere nelle colline di Ruttars e Villanova di Farra vitigni diversi come il Gewürztraminer, Sauvignon blanc, Ribolla gialla, Riesling, il Pinot bianco e nero assieme a vitigni autoctoni come la malvasia istriana e il friulano. Da questo potpourri di uve nascono vini bianchi friulani di grande lignaggio e vini rossi di grande carattere. Tra i bianchi come non annoverare il pluripremiato Jermann Vintage Tunina, vino ottenuto dall’assemblaggio di uve a vendemmia tardiva (Sauvignon, Chardonnay, Ribolla Gialla, Malvasia e Picolit) e che dal 1975 a oggi è considerato uno dei migliori bianchi italiani da invecchiamento, tanto che Luigi Veronelli lo definì “Il Mennea dei vini italiani”. Accanto a lei spiccano i vini Jermann bianchi monovitigno come la bottiglia “W… Dreams”, uno Chardonnay, vino bianco friulano che stupisce per il suo sapore morbido e fruttato; il Traminer aromatico, corposo e leggermente amaro, Afix Resiling, dal profumo intenso e fruttato, e molti altri vini che sanno con sapienza esaltare i caratteri di ogni vitigno.

Ma non solo bianchi, anche il vino rosso friulano assume i suoi caratteri più nobili nella cantina Jermann: vitigni autoctoni e di tradizione come, per esempio, il Pignolo genera una vino importante, robusto, complesso e di forte personalità come il Jermann rosso Pignacolusse. E come dimenticare l’etichetta Blau Blau, con cui la cantina Jermann recupera tutta la sua storia familiare rielaborando con tecnologie moderne le uve autoctone friulane del Blaufränkisch (Franconia) e Blauburgunder (Pinot Nero) che già nell’Ottocento rallegravano i più eleganti banchetti di Trieste e Gorizia.

Per tutto questo la cantina Jermann riesce ogni giorno col suo impegno a produrre vini di grande prestigio trasformando così i vini del Friuli in capitoli essenziali della storia del vino italiano ed internazionale.

Ci dispiace, questi vini sono esauriti. Vuoi che ti avvisiamo quando torneranno disponibili? Scrivici a servizio.clienti@vino.it