Mario Schiopetto: un friulano leggendario

Mario Schiopetto: un friulano leggendario

"Un vino fenomenale, simbolo di un produttore leggendario del Friuli": questo secondo James Suckling è il Mario 2015 premiato tra i top 100 al mondo, questo è il vino simbolo di un produttore, Mario Schiopetto, che è stato pioniere del “nuovo” Friulano, applicando in Italia le nuove tecniche che aveva appreso nei suoi viaggi in Europa in compagnia dell'amico e guru del vino Luigi Veronelli.

A Capriva, piccolo gioiello delle colline del Collio in Friuli, nasce la cantina Schioppetto. Tutto comincia quando nel 1965 Mario Schioppetto decide di prendersi cura delle vigne fino ad allora gestite dalla curia arcivescovile. La sfida era quella di trasformare, attraverso la sua profonda sapienza vitivinicola, vigne dimenticate in un ode al Collio, terra da sempre vocata al vino. E così è accaduto: la marna friulana, ricca di argilla e calcare diventa un generoso letto su cui far crescere filari di vite ordinati e seguiti con meticolosa attenzione in ogni loro fase di crescita. Dopo anni di duro lavoro, nascono vini rossi e bianchi friulani in grado di raccontare in un bicchiere tutta la poesia di quelle colline morbide come velluto. La passione di Mario Schioppetti passa nel sangue dei loro figli Carlo, Giorgio e Maria Angela che con il loro instancabile e appassionato impegno hanno continuato a dialogare con il prezioso territorio regalando vini friulani d’eccellenza.

Dal 2014 la cantina Schioppetto è passata alla famiglia Rotolo che con la stessa premura coltiva vitigni autoctoni come il Friulano in purezza e uve di Malvasia, Sauvignon, Ribolla, Riesling che dopo attente procedure di vinificazione e invecchiamento si trasformano in vini di grande eleganza e pluripremiati. Eletto tra i 100 migliori vini al mondo da James Suckling è il vino bianco Schioppetto, un vino complesso dai sentori di frutta matura e di fresca mineralità, ottenuto dall’assemblaggio di Friulano e un 5% di Riesling. La cantina offre anche il vino Schioppetto Collio Malvasia, un vino in purezza affinato in acciaio dai profumi di fiori e frutta dalce dal gusto avvolgente. Da provare sono anche vini bianchi in purezza Schioppetto come il Pinot Grigio, accattivante per i suoi sentori di frutta esotica, il Suavignon,, elaborato e sofisticato coi suoi profumi di menta e ortica, e il Pinot Bianco Schioppetto che si guadagna i Cinque grappoli Bibenda per la sua sapidità ricca e persistente.

Ma la cantina non offre solo vini bianchi; di eccezionale gusto è anche il vino rosso Rivarossa, un prezioso vino rosso friulano che Mario Schiopetto aveva ottenuto dall’assemblaggio di Merlot e Cabernet Sauvignon, un vino vellutato dove il tabacco, la liquirizia e il pepe nero si sposano con straordinaria armonia e equilibrio. Coi suoi vini dinque la cantina Schioppetto regala ai mercati nazionali e internazionali un’ esperienza straordinaria che narra di una delle terre più incredibilmente vocate al vino, il Collio.

Lascia che ognuno dei suoi vini ti racconti una storia fatta di sperimentazione, di sfida alla tradizione, di innovazione: sono vini friulani che svelano il territorio attraverso i suoi vitigni come il Friulano, la Malvasia, il Pinot Grigio.

Ogni bottiglia rapprenta un'eccellenza italiana, ecco perché sono premiati ogni anno dal Gambero Rosso.

8 vini

per pagina

8 vini

per pagina