Tenuta San Guido

Tenuta San Guido

La Tenuta San Guido è famosa in tutto il mondo per aver cambiato per sempre la storia dei vini italiani, dando vita per prima alla realtà dei famosi supertuscan con il Sassicaia.

Questa cantina prende il nome da San Guido della Gherardesca vissuto nel XIII secolo. Si trova sulla costa Etrusca tra Livorno e Grosseto, nella Maremma resa celebre dai versi di Giosuè Carducci e si estende per 13 chilometri dal mare fin dietro le colline.

L'assoluta unicità dei terreni di questa tenuta rispetto a quelli circostanti è stata confermata da uno studio dell’Università di Pisa. 90 ettari di vigne in totale, protetti dai venti dalle colline e scaldati dalle brezze marine della costa, di cui 75 sono dedicati interamente al vino Sassicaia e sono stati considerati talmente eccezionali da meritare una D.O.C tutta loro (D.O.C. Bolgheri Sassicaia), che è l’unica denominazione in Italia ad essere inclusa interamente in una proprietà.

Ma come nasce questo capolavoro che ha determinato il successo di questa cantina? Da vigne piantate a Bolgheri nel 1965 e dal genio indiscusso di Tachis che ha scelto una bassissima resa di uva per ceppo per avere acini ricchi di zucchero, tannini ed estratto, è nato queto nettare che è entrato nel mercato solo nel 1968 e piano piano ha lasciato la storia per entrare nella leggenda, tanto da essere oggi uno dei vini italiani più famosi e costosi del mondo. Questo grandissimo rosso stato precursore di tanti nobili nettari affermatisi in seguito.

Una curiosità: la presenza di sassi nel terreno dove crescono le vigne, è probabilmente all'origine del nome all'origine del vino più famoso nel mondo.

Il successo di tenuta San Guido è cresciuto fino a farla diventare una delle punte di diamante del panorama toscano e internazionale, con vini da collezione che rappresentano un vero “must” per tutti gli amanti del vino.

3 vini

per pagina

3 vini

per pagina