Terlano: i migliori bianchi d'Italia

Terlano: i migliori bianchi d'Italia

Trentino Alto Adige significa Dolomiti e vini bianchi, ma Cantina Terlano è l'unica cantina ad aver dimostrato le straordinarie capacità di invecchiamento dei vini bianchi altoatesini, con capolavori come il Quarz e il Lunare, premiati ogni anno da tutte le guide italiane e internazionali, o il Nova Domus, vero e proprio vino di culto tra gli appassionati.

Fondata nel 1893, la Cantina di Terlano è una delle cooperative di produttori più all’avanguardia di tutto l’Alto Adige. I suoi 143 soci attuali coltivano 170 ettari di vigneti, pari a una produzione annua totale di 1,5 milioni di bottiglie.

Il terreno di Terlano ha una componente rilevante di pietre e sabbia di origine silicatica, è molto scheletrico, e quindi accumula facilmente calore. La componente di terra fine, relativamente bassa, è di tipo sabbioso o argilloso. Altro fattore determinante per la qualità di questi vini bianchi altoatesini é il clima. In ciascuno dei trecento giorni di sole dell’anno, quando i primi raggi spuntano dietro le montagne a Est di Terlano, il sole è già alto all’orizzonte, poiché tutti i vigneti sono orientati verso Sud e Sudovest. La bassa densità dell’atmosfera fa sì che l’irraggiamento solare diretto sia più intenso, mentre l’irraggiamento diffuso è minore, e questo fattore accentua le differenze fra i pendii soleggiati e quelli in ombra.

Grazie alla loro straordinaria attitudine all'invecchiamento i loro cru sono tra i vini bianchi migliori al mondo, e ogni volta che stappiamo un vino bianco della Cantina Terlano, soprattutto se siamo riusciti a resistere alla tentazione e lo abbiamo lasciato riposare un po' in cantina, l'emozione è grande, perché sappiamo quanta complessità di profumi saprà regalarci nel bicchiere.

Questi vini infatti, con l'età sviluppano note di frutta secca e frutti esotici maturi, pur mantenendo una bella mineralità e sapidità, che lascia intatta la loro piacevolezza al palato anche dopo anni, tanto da essere considerati tra i migliori vini bianchi da invecchiamento d'Italia

Ma Terlano significa anche vini dell'Alto Adige come li conosciamo tutti, con vini bianchi freschi e di grande bevibilità, come il Pinot Grigio, il Pinot Bianco o lo Chardonnay e con vini rossi tipici della tradizione altoatesina eleganti e ricchi di energia come il Lagrein e il Pinot Nero. Interessanti poi i vini “sperimentali” ben riusciti, come il Terlaner classico, mirabile unione tra Pinot bianco, Chardonnay e Sauvignon.

Il segreto di quest'azienda è nel minuzioso lavoro di classificazione dei singoli vigneti, fatto allo scopo di valorizzare le caratteristiche tipiche delle uve altoatesine, tanto che tra tutte le cooperative altoatesine è quella che più di tutte rispecchia il rapporto viscerale che la lega ad un territorio che da anni dà vita a vini straordinari. Longevità, complessità e carattere sono le caratteristiche principali che contraddistinguono i vini di Terlano. Vini rossi come il Lagrein e la Schiava che si abbinano perfettamente ai piatti della tradizione altoatesina come i canederli oppure lo speck, mentre i bianchi, grazie alla loro straordinaria freschezza, si abbinano sia a piatti di pesce tradizionali, ma anche a pietanze della cucina asiatica, come il sushi e i sapori forti e piccanti della cucina indiana.

Vivete l'emozione dell'Alto Adige con i vini di Terlano!

10 vini

per pagina

10 vini

per pagina