Travaglini: l'altro Nebbiolo

Travaglini: l'altro Nebbiolo

Gattinara è una piccolissima denominazione del Piemonte, e qui il Nebbiolo dà un grande rosso ideale per l'invecchiamento, che Travaglini con grande cura e passione ha fatto conoscere in tutto il mondo.

Un rosso fuori dal comune, a partire dalla bottiglia, disegnata apposta da Giancarlo Travaglini nel 1958: una forma particolare, che permette di servire il vino trattenendo l’eventuale sedimento naturale che un grande Gattinara, riposando negli anni, può formare.

Lasciati sorprendere dall'altro Nebbiolo, prova il Gattinara di Travaglini.

L’Azienda Vitivinicola Travaglini,collocata nel cuore delle colline di Gattinara, vicino alla catena del Monte Rosa, comprende 59 ettari in proprietà a vocazione vitivinicola di cui 44 coltivati a vigneto. E’ un’azienda a conduzione famigliare in cui l’esperienza e la passione per la qualità di Arturo Travaglini, che già nel 1958 produceva Gattinara, è stata ereditata dal figlio Giancarlo. Oggi conducono questa prestigiosa azienda la figlia Cinzia con il marito Massimo. Nei vigneti Travaglini viene coltivato quasi esclusivamente il vitigno Nebbiolo, e poca superficie è destinata alle uve Vespolina e Uva Rara per la produzione del vino Cinzia. I vigneti hanno un età compresa tra i 6 e 45 anni. L’esposizione è sud, sud-ovest, con allevamento a Guyot semplice e con un sesto d’impianto di 3.500 viti per ettaro nei vigneti più vecchi e di 5.000 viti per ettaro nei vigneti più giovani.

La fermentazione dei vini avviene in vasche d’acciaio a temperatura controllata, in modo da preservare il profilo organolettico delle uve. L’affinamento obbligatorio avviene in modo tradizionale, ma in due tempi, prima in grandi botti di legno di Rovere di Slavonia, poi un breve periodo in contenitori più piccoli. Si mira così ad esaltare la tipicità e creare prodotti capaci di emozionare e di regalare ricordi del territorio e di cultura enoica del Nord Piemonte.

L’intera produzione di vini Travaglini nasce dal vitigno Nebbiolo. Dal vino rosso al Metodo Classico, un unico vitigno per tipologie e vinificazioni differenti.

Vini importanti, rossi piemontesi strutturati ma con un eleganza unica che si abbinano perfettamente a piatti piemontesi come i tajarin al ragù ed in generale a tutti i piatti gustosi e saporiti, specialmente se di carne.

3 vini

per pagina

3 vini

per pagina