Lambrusco: abbinamenti e curiosità sul rosso più famoso d'Italia

Il Lambrusco è il vino più famoso d'Italia, ma sai proprio tutto su questo rosso?

La vite che dà origine a questo vino ha origini antiche, ed è citata dai latini come per esempio Virgilio con il nome di Vitis Labrusca, perché quest'uva nasce selvatica (dal latino “labrum”, orlo, margine, e “ruscum”, selvatica), ma si hanno testimonianze di una coltivazione a larga scala di questo vitigno solo XIV secolo.

Se oggi questo vino è ottenuto per lo più con il metodo Charmat, il Lambrusco è nato come gli antichi champagne creati da Dom Pérignon, imbottigliando il vino non filtrato e con zuccheri residui, con il tappo legato con lo spago affinché non saltasse, e lasciando che la natura facesse il suo corso. Una scommessa su cui alcuni produttori hanno deciso di puntare ancora oggi, come Bellei con il suo “Ancestrale”.

Il Lambrusco da sempre ha fatto parte della cultura italiana, amato da artisti della musica italiana come Guccini e Ligabue, e anche dal maestro Pavarotti, grande amante di questo rosso, che lo definì “uno spumante selvaggio e ineducato”. Ma il Lambrusco è anche protagonista al cinema, con il film Behind the glass di Carlo Guttadauro presentato nel 2017 alla Prowein di Düsseldorf, e quale modo migliore di guardare questo film magari con un bel bicchiere di Col Sassoso e una confezione di Pop Corn?

Lambrusco e pop corn, sì, ma gli abbinamenti con il Lambrusco possono essere molti di più. Il Lambrusco è un vino perfetto con tutti tutti i piatti dove è presente il maiale (pizza maialona compresa!), con i piatti ricchi della tradizione emiliana come le lasagne, le tagliatelle, i tortellini, o con tutte le carni alla griglia, in particolar modo spiedini e salsicce. Ma il rosso italiano più famoso nel mondo si abbina con il pesce, come con il pesce gatto fritto, il cefalo al forno, i calamaretti in umido o l'anguilla con i piselli.

Il Lambrusco è un vino da bere tutti i giorni, che non richiede particolari competenze per essere apprezzato (i suoi profumi fruttati e golosi sono apprezzabili da tutti) e proprio per questa sua bevibilità negli anni '70 era noto negli USA come “Red Cola” e molto molto tempo prima, era portato nelle campagne dai contadini, dove tagliato con l'acqua era una bevanda dissetante.

Oggi il Lambrusco si confronta a testa alta nel panorama dei vini rossi italiani, con il Vigna del Cristo, premiato ogni anno con Tre bicchieri Gambero Rosso e da cantine come Ceci, che ne hanno fatto un oggetto di design.

E se c'è chi ha osato di sostituirlo al Prosecco per un originale Spritz, c'è anche chi dalle uve del Lambrusco ha creato un vino spumante con il metodo classico o Champenois (quello degli champagne e dei Franciacorta per intenderci) di eleganza tale che in molti hanno già fatto i confronti tra un “umile” Lambrusco e il più nobile dei vini francesi, lo Champagne. È il Rosé del Cristo, lo conosci?

Il Lambrusco ti ha incuriosito? Goditelo adesso in tutte le sue sfumature: dall'amabile Contessa Matilde, al premiato Vigna del Cristo, dall'entusiasmante Rosé del Cristo al godurioso Col Sassoso su Vino.it troverai sicuramente il Lambrusco che fa per te!

3 vini

per pagina

3 vini

per pagina