Syrah: fascino orientale

Syrah: fascino orientale

Attorno a questo vitigno e alla sua origine sono sorte molte leggende, che hanno contribuito ad accrescere il fascino orientale e speziato di questo vino rosso: secondo alcune fonti infatti, il Syrah fu portato nel 1224 da Cipro a Francia dal nobile Gaspard de Steinberg, di ritorno dalle Crociate, secondo altre invece arrivò in Europa addirittura dalla Persia.

Il Syrah, o Shiraz è diffuso in tutto il mondo, dagli stati uniti alla Toscana, e si distingue immediatamente nel bicchiere per il suo colore rosso scuro e impenetrabile, quasi di inchiostro, intenso e tendente al granato invecchiando.

Al naso si riconosce per il suo bouquet unico, che è caratterizzato da intensi profumi di pepe, spezie e cioccolato come pochi altri vini al mondo. Seguono mirtilli, frutti di bosco, ribes, tabacco, con finale di liquirizia, rabarbaro e cacao.

Al palato è caldo, sontuoso, tannico e di buon corpo, ampio nella sua espressività. In bocca è denso, potrete percepire la sua voluminosità, ma i tannini sono di grana fine e il finale di prugna e cioccolato-menta è inconfondibile.

Data la sua natura speziata, calda e tannica il Syrah è uno dei vini migliori per la carne alla griglia e al bbq: scegliete costine di manzo con salsa bbq, filetto alla Wellington, pollo arrosto, braciole di maiale oppure una sontuosa fiorentina.

Scegliete adesso uno dei più affascinanti rossi del mondo, godetevi il Syrah!

9 vini

per pagina

9 vini

per pagina