Cantina Braida: vini nati in nome della Barbera

Cantina Braida: vini nati in nome della Barbera

La Cantina Braida iniziò con un soprannome, “Braida”, che il bisnonno Giuseppe Bologna si guadagnò su piazze e sagrati giocando la domenica a pallone elastico, tipico sport piemontese. Giacomo Bologna ereditò dal padre vigna e soprannome, ma soprattutto l’amore incondizionato per la sua terra, il Piemonte, e per il vino.

Giacomo Bologna, detto Braida, trasformò la Barbera da vino brioso, acido e di pronta beva, in un nettare importante, complesso e longevo, affinandola, per la prima volta nella storia del vitigno, in barrique di rovere francesi.

Naquero così vini come il Bricco della Bigotta e il mitico Bricco dell’Uccellone, che hanno cambiato la storia della Barbera.

Goditi le sue Barbera d'Asti più famose, condividi con gli amici il Grignolino Limonte cedi ai profumi del Brachetto o vai sul classico con il Moscato Vigna Senza Nome.

3 vini

per pagina

3 vini

per pagina