Moscato: non solo dolce e per il dessert

Moscato: non solo dolce e per il dessert

Il Moscato è già una delizia come uva, e la sua aromaticità, il suo colore dorato e i suoi profumi inconfondibili di pesche e noce moscata la distinguono tra tutti e lo rendono uno dei più consumati d'Italia, ma se pensate che sia solo un vino dolce adatto solo per i dessert vi perdete qualcosa!

Il moscato infatti è il vitigno aromatico più diffuso d'Italia, con i suoi diversi cloni dal Goldmuskateller Moscato Giallo allo Zibibbo riconoscibili immediatamente per i golosi profumi dell'uva, e se come vino da dessert è un jolly, è in versione secca che davvero sorprende, perché mantiene gli stessi profumi ma al palato rivela carattere e freschezza, diventando il vino ideale come aperitivo.

I vini dolci i più famosi ottenuti dal Moscato Bianco sono il Moscato d’Asti DOCG e l’Asti spumante DOCG con caratteristiche organolettiche che rispecchiano quelle dell’uva, come il bel colore giallo paglierino e i profumi caratteristici, grazie alla macerazione a freddo e alla fermentazione a temperatura controllata del mosto. Questi vini sono perfetti con i dolci secchi, le crostate e i classici dolci natalizi ma se volete essere originali sorprendete i vostri ospiti abbinandoli ai formaggi! Potete scegliere dei formaggi freschi, come una buona ricotta di pecora con un velo di miele e dei pistacchi, o come un gorgonzola dolce con un crostino con miele e noci.

Non bisogna poi dimenticare il Moscato Rosa, noto per i suoi nettari dolcissimi da vendemmia tardiva, dal color rosso rubino e dal gusto unico. Il moscato rosa è un vitigno diffuso soprattutto nella bassa atesina e per i suoi profumi di frutta rossa, confettura di prugne, marmellata di ciliegie e ribes nero, è perfetto con i dolci con i frutti rossi come il cheesecake alle amarene, la crostata ai frutti di bosco e la bavarese alle fragole e può essere sorprendendente con un gorgonzola piccante accompagnato da una composta di fichi.

Il Moscato però dà vita anche a interessantissimi vini bianchi secchi, come il valdostano Muscat di Chambave e il moscato Alto Adige Doc, noto in Trentino Alto Adige come Goldenmuskateller, che hanno in comune con l’altro moscato i profumi freschi e golosi di frutta, ma al palato sono freschi, secchi, ideali come aperitivo e in abbinamento a piatti particolarmente aromatici, come formaggi di malga magari affinati nel fieno, risotti con erbe aromatiche, pasta con pesto di pistacchi e gamberetti, ma anche piatti piccanti e gustosi come i piatti della cucina del sud-est asiatico.

Scegliete adesso il più aromatico dei vini, godetevi il Moscato!

9 vini

per pagina

9 vini

per pagina