Bibi Graetz: vini creati tra genio e follia

Bibi Graetz: vini creati tra genio e follia

Conoscete Bibi Graetz? È un piccolo produttore della Toscana, un artista vignaiolo di Vincigliata che è diventato famoso per un vino rosso toscano che solo un tipo geniale e un pò folle come lui poteva permettersi di chiamare così: il Soffocone.

Il vino Soffocone è un Sangiovese in purezza diventato subito un must per gli amanti di questo vitigno toscano forse per il suo carattere forte e complesso, legato anche al suo affinamento in barrique per 15 mesi e forse anche per il nome, che in gergo toscano indica un termine piuttosto colorito. Bibi Graetz ha voluto riprodurre anche in etichetta il Soffocone di Vincigliata, un'etichetta di grande qualità

Tutti i vini di Bibi Graetz rispecchiano la sua personalità eccentrica nei nomi bizzarri e nelle opere d'arte usate come etichette, ma in bottiglia sono una cosa seria: questi vini toscani nascono infatti da vecchie vigne dell'isola del Giglio e delle colline affacciate su Firenze, con basse produzioni di altissima qualità.

Vi state chiedendo cosa vi aspetta nel bicchiere vero? Vini sinceri, diretti, quasi sfacciati, proprio come Bibi.

Provate il Casamatta un vino bianco piacevole da bere dal gusto fruttato del Vermentino, la freschezza del Trebbiano e un tocco di Moscato, regalate le Cicale di Vincigliata, un Chianti tradizionale che nasce nella tranquillità della Val di Sieve e non dimenticate il Toscana Rosso IGT Soffocone di Vincigliata, vino di culto tra gli amanti del Sangiovese. Godetevi i vini nati sull'Isola del Giglio.

1 vini

per pagina

1 vini

per pagina