I segreti per l'invecchiamento del vino

Una volta chiusa con un tappo di qualità, e quindi protetta dagli influssi negativi esterni, un vino inizia il suo processo di maturazione, sviluppando tutti gli aromi secondari e terziari. Si tratta di una fase particolarmente cruciale, e lo sanno bene cantine come Terlano e Capezzana che custodiscono al loro interno un vero e proprio archivio enologico.

Per invecchiare bene il vino bisogna fare attenzione a questi cinque fattori:

  1. Luogo di conservazione: chi ha la fortuna di avere una cantina isolata dall'esterno e senza sbalzi termici ha un vero tesoro, in caso contrario, si può sempre pensare di apportare delle modifiche alla propria cantina con un impianto di condizionamento, oppure acquistare un apposito frigo per lo stoccaggio del vino;
  2. Sbalzi termici: la temperatura ideale per lo stoccaggio del vino varia tra 10 e 15 gradi, ma la cosa più importante, anche se non è possibile rispettare queste temperature, è che non vi siano sbalzi termici, pericolosi per il vino
  3. Luce e odori: il vino teme la luce (motivo per cui le bottiglie sono in genere scure) al punto che, come indica Luca Maroni “ la luminosità attiva e accelera i suoi processi di evoluzione e ossidazione: un vino tenuto esposto alla luce per 6 mesi confronto allo stesso vino tenuto al buio rivelerà una carica cromatica, un colore assai più sviluppato, un profumo e un gusto assai meno integri e fragranti”. Fondamentale inoltre non accostare vernici, fertilizzanti o componenti odorosi accanto ai vini: rischiamo di rovinarli.
  4. Umidità dell'aria: se il vino invecchia in un locale troppo secco, il sughero si asciuga e non chiude più ermeticamente la bottiglia, meglio quindi creare un'umidità sufficiente, l'ideale sarebbe intorno a 60%.
  5. Posizione delle bottiglie: secondo la maggior parte dei produttori e degli esperti, e cantine quali Terlano e Travaglini le bottiglie vanno poste in orizzontale, per mantenere umido il sughero e farlo dilatare, in modo che chiuda ermeticamente la bottiglia.

Quali vini possono invecchiare?

La scelta dei vini da invecchiamento è molto ampia, ma due caratteristiche devono essere sempre presenti nei vini da invecchiamento: acidità e tannini. L'acidità permette ai vini bianchi come il Riesling di invecchiare sviluppando profumi complessi e dolci, i tannini permettono ai grandi rossi di acquisire le straordinarie caratteristiche che tutti conosciamo.

Ora non ti resta che scegliere il tuo vino vino da invecchiamento!

Ci dispiace, questi vini sono esauriti. Vuoi che ti avvisiamo quando torneranno disponibili? Scrivici a servizio.clienti@vino.it