Nebbiolo

Nebbiolo

Il Nebbiolo è il più famoso dei vitigni del Piemonte ed è considerato il padre dei grandi vini: non solo dei vini rossi ottenuti dal Nebbiolo d’Alba come Barolo, Barbaresco e Langhe Nebbiolo ma anche di vini diversi che potrete trovare in questa sezione della nostra enoteca online, come ad esempio il vino rosso piemontese Gattinara DOCG.

Su Vino.it vi aspettano i grandi vini di Gaja, Baroli come Borgogno, Roberto Voerzio, Oddero e Prunotto, famosi Barbaresco come La Spinetta e Produttori di Barbaresco, e tanti altri rossi come l’Inferno di Nino Negri e il Gattinara di Travaglini: lasciatevi entusiasmare dalla loro longevità.

50 vini

per pagina

50 vini

per pagina

Storia e caratteristiche del Nebbiolo

Il nebbiolo è un vitigno a bacca scura autoctono del Piemonte.

Non tutti sanno però che è un'uva che matura lentamente, fino ad autunno inoltrato quando i vigneti sono avvolti dalle nebbie, e che solo in cambio di una dedizione totale regala capolavori che tutti conosciamo come Barolo e Barbaresco.

Viene coltivato in tutte le Langhe, nel Roero e nel Monferrato e anche se in minori quantità nel Canavese.

In Valtellina troviamo grandissime espressioni di questo nobile vitigno qui chiamato Chiavennasca.

Da ovest ad est troviamo il Sassella, il vino piu conosciuto, dai tratti molto eleganti e delicati, Grumello fresco e con note minerali, l’Inferno che forse è il più robusto e nervoso, e infine il Valgella, più leggero, con tanti fiori. Ottimo anche lo Sforzato di Valtellina, Sfurzat, dove i grappoli vengono fatti appassire prima della pigiatura.

In base alle differenti zone dove nascono, questi vini sviluppano personalità e caratteristiche differenti, basti pensare ai diversi Cru di Barbaresco o di Barolo, come Starderi o Liste, o a vini come il Gattinara DOCG, il Ghemme DOCG e il Nebbiolo della Valtellina. Quest’ultimo è localmente detto Chiavennasca, e dà vita a rossi pieni di forza e carattere come lo Sforzato di Valtellina e l’Inferno. Il nebbiolo è estremamente legato al suo territorio di origine e troviamo solo pochissime espressioni interessanti al di fuori delle zone sopra citate.

L’uva e la pianta sono molto delicata e richiedono calore ed preferibilmente un altitudine compresa tra i 300 e 450 mt slm. Anche la ventilazione è molto importante per ottenere grappoli compatti sani e perfettamente integri, senza essere colpiti da muffe .

I vini con Nebbiolo si distinguono per il colore rosso granato e i profumi floreali di rosa e viola, e hanno tannini importanti, che vengono valorizzati con l’affinamento in legno (di almeno due anni nel caso dei più gentili Barbaresco e Gattinara e di tre nel caso dell’imponente Barolo), proprio per questo sono perfetti per voi se amate i vini corposi e decisi, e siete appassionati di rossi da invecchiamento. Questi grandi rossi ben si abbinano a piatti importanti, non solo come il Brasato al Nebbiolo o il Risotto al Nebbiolo, ma anche agli arrosti di carne, ai sughi gustosi come il ragù di salsiccia e funghi, ai piatti arricchiti con il tartufo o con fonduta di formaggio e ai formaggi stagionati come il Castelmagno il Parmigiano Reggiano, magari accompagnati da miele o mostarde. Da provare poi il Nebbiolo in versione dolce, con il Barolo Chinato perfetto per i dolci al cioccolato.

Su Vino.it vi aspettano i grandi vini di Gaja, Baroli come Borgogno, Roberto Voerzio, Oddero e Prunotto, famosi Barbaresco come La Spinetta e Produttori di Barbaresco, e tanti altri rossi come l’Inferno di Nino Negri e il Gattinara di Travaglini: lasciatevi entusiasmare dalla loro longevità.