Manni Nossing: il vignaiolo ribelle della Valle Isarco

Manni Nossing: il vignaiolo ribelle della Valle Isarco

Manni Nössing è un omone simpatico e originale. Capelli spettinati e aria sbarazzina nascondono un professionista del vino dell’Alto Adige coraggioso e intraprendente, che per primo ha deciso di ribellarsi alle cantine cooperative della valle Isarco e imbottigliare un vino tutto suo. Manfred, detto Manni, conosce ogni pianta dei suoi 5 ettari di terreno, e crea i suoi vini nella cantina creata nel maso di famiglia sopra Bressanone, a meno di venti chilometri dal confine.

Qui, in piena Valle Isarco si trovano i produttori altoatesini più famosi, dalla Cantina di Novacella ai piccoli vignaioli come Köfererhof, Pacherhof e Manni Nössing. Tanti vini con qualcosa in comune: il particolare microclima della Valle Isarco, in cui le forti escursioni termiche concentrano gli aromi nelle uve, in particolare in quelle a bacca bianca.

Anche Manni si dedica solo ai vini bianchi nei vigneti attorno al suo Maso Hoandlhof, e particolarmente alle varietà aromatiche come Veltliner e Kerner, ed è proprio con queste che ha ottenuto i risultati migliori, premiato dalla critica e dal pubblico e scelto dagli chef stellati altoatesini come Niederkofler.

Un uomo, la sua testa dura, e vini bianchi fantastici: questo è Manni Nossing.

Ci dispiace, questi vini sono esauriti. Vuoi che ti avvisiamo quando torneranno disponibili? Scrivici a servizio.clienti@vino.it

La viticoltura in Valle Isarco

Nell’alta Valle Isarco, tra Ponte Gardena e il Fiume Isarco a pochi chilometri dal confine, le temperature sono le più rigide dell’Alto Adige. Questo clima rende questa zona ideale per gli sport invernali e per lo sci di fondo (con comprensori come la val di funes, le alpi della zillertal, la val di vizze e la val di fleres ma anche il comprensorio sciistico Gitschberg Jochtal, Naz Sciaves e la Val Ridanna) ma soprattutto è ideale per i vini, dalla città vescovile di Novacella fino all’alta Valle Isarco. In questa zona infatti, le temperature rigide che raggiungono il colle isarco, si alternano al vento mite che arriva dal lago di Garda una volta al giorno. La forte escursione termica concentra gli aromi degli acini, e rende i vini bianchi particolarmente ricchi di profumi e con una tipicità unica, dal Müller Thurgau al Sylvaner. Tra i produttori più famosi troviamo Manni Nossing, Kofererhof, Abbazia di Novacella e Pacherhof.