Vini naturali

Vini naturali

Questa sezione è perfetta per voi se non sapete dove comprare i vini naturali a prezzo conveniente, o se volete sperimentate una nuova dimensione di vino, in cui ogni bottiglia è l'espressione di un territorio, di un'uva, di un clima, di cui il vignaiolo è solo un attento e amorevole custode.

Ma cosa si intende per vini naturali? Questi vini particolari e differenti partono dai vini biologici, nati da uve coltivate secondo i principi di agricoltura biologica e biodinamica, quindi senza pesticidi, erbicidi o insetticidi e con concimi naturali, e con basse rese per evitare di “stressare” le piante, come fanno i produttori di Vinnatur, che sono piccoli e anche piccolissimi, come Radoar, con i suoi 4 ettari di vigneti di Müller Thurgau nelle montagne altoatesine, o Marco De Bartoli, che ha dato libero sfogo all'energia dei vitigni siciliani, dal Grillo al Nero d'Avola.

In cantina il vino naturale nasce da una fermentazione che avviene con soli lieviti indigeni, senza alcun intervento chimico o fisico dell'uomo tranne il semplice controllo delle temperature. Si tratta di un vino senza solfiti aggiunti (la fermentazione crea naturalmente una piccola quantità di solfiti, per questo è presente la dicitura in etichetta), o con quantità ridottissime di solfiti, adatto quindi a tutti coloro che hanno problemi legati ai solfiti nel vino, ma quello che li rende unici è l'intervento minimo dell'uomo in vigna e in cantina, per lasciare spazio al vino, considerato come creatura viva e vitale.

Produrre vino naturale infatti vuol dire essere umili, e fare un passo indietro e adattarsi a quello che la natura offre sperimentando continuamente, come sanno bene i produttori dell'associazione vini naturali Triple A (Agricoltori Artigiani Artisti). Emidio Pepe, per esempio, il cui stile unico del Trebbiano d'Abruzzo e del Montepulciano d'Abruzzo è noto tra gli appassionati, o Radikon, con i suoi bianchi nati da lunghe macerazioni che al palato sembrano dei rossi, e ancora Dettori, che in Sardegna ottiene i vini senza pigiare le uve ma con la macerazione e il riposo del mosto per due o tre anni, come il suo interessantissimo e originale Cannonau.

Anche le donne sono protagoniste in questo universo vinicolo estremamente interessante in cui il protagonista non è l'enologo o il produttore ma l'uva: in primis Elisabetta Foradori, che vendemmia le sue uve di Teroldego e Incrocio Manzoni per ottenere dei vini senza trucchi, che sono sinceri e pieni di vita grazie anche al fatto che la loro “custode” Elisabetta, per la macerazione e l'affinamento usa le anfore di terracotta (un materiale inerte utilizzato da secoli e riscoperto da pochi decenni, che non influenza il gusto e la struttura vino). Un'altra piccola grande donna di questo settore che utilizza le anfore per il vino è Arianna Occhipinti, la giovane viticultrice siciliana che con la sua spontaneità e la sua faccia pulita e i suoi vini intensi e particolari è diventata il simbolo dei vini naturali in Sicilia, grazie anche all'esperienza tramandata dallo zio, anch'egli produttore di ottimi vini naturali e biologici della cantina Cos, come il Pithos e il Maldafrica.

Ma cosa aspettarvi nel bicchiere dai vini naturali? Si tratta di vini spesso non filtrati che non sempre piacciono a tutti, e sta proprio qui la loro forza: non si adeguano alle mode e alle convenzioni, e in maniera indisciplinata si allontano dal coro per essere sempre loro stessi, unici e diversi sempre, piacevolmente “imperfetti”. Si tratta di vini che sono l'espressione più autentica del territorio e del vitigno, e che quindi sono quindi l'ideale se vi piacciono i vini senza fronzoli, schietti e sinceri, e se in un vino cercate la purezza delle origini.

Unite la vostra passione per il vino al vostro amore per la natura, scegliete tra i nostri vini naturali a prezzo scontato!

17 vini

per pagina

17 vini

per pagina