20 spumanti Millesimati ideali a tutto pasto

20 spumanti Millesimati ideali a tutto pasto

Le bollicine sono spesso ingiustamente relegate al ruolo di aperitivo e di brindisi, ma spesso scegliere un buono spumante a tutto pasto (e con i cibi giusti) può rivelarsi una scelta vincente, soprattutto se si tratta di uno spumante millesimato. Cosa vuol dire la parola “millesimato” che possiamo trovare sulla etichetta di uno spumante?

Il termine millesimato indica che lo spumante è stato ottenuto attraverso la lavorazione di uve di una sola annata. Di solito, il “millesimato” è uno spumante di qualità maggiore rispetto alla norma, quindi anche meno economico.

Se normalmente infatti un metodo classico nasce dalla cuvée di vino base di annate diverse, il termine millesimato viene riservato solo per lo spumante ottenuto almeno per l’85% dalle uve di una singola annata e deriva dal francese millésime (annata). La qualità di uno spumante millesimato è in generale più alta di uno spumante “normale” perché solitamente i produttori riservano per la sua realizzazione le uve migliori e lo producono soltanto in annate particolarmente favorevoli. La produzione di un vino millesimato, inoltre, richiede maggiore lavoro in vigna e in cantina.

Ma quali devono essere le regole dell’abbinamento cibo e vino per fare bella figura con uno spumante millesimato?

Se si tratta di un buon Prosecco millesimato magari un Valdobbiadene allora l’abbinamento ideale è simile a quello del vino bianco, con un intero menu di pesce, dagli antipasti, alle trenette agli scampi o al risotto fino al pesce cucinato al cartoccio o alla griglia.

Se invece si parla di spumante millesimato rosé come il Cellarius di Berlucchi, il Donnafugata Rosé o il Ferrari Rosé allora si può pensare di sostituirlo ai vini rosati o anche al vino rosso: sarà infatti un perfetto accompagnamento per salumi, anche saporiti, primi piatti a base di carne bianca come anatra o faraona, ricche preparazioni di verdure, come la parmigiana, pesce arrosto, ricche e saporite zuppe di pesce e di verdure, così come e secondi piatti estivi di carne rossa come carpaccio e carne salada.

Al contrario, un ottimo Spumante Brut come il San Giorgio di Cieck oppure un Franciacorta DOCG, un Metodo Classico, un Trento DOC o uno Champagne si presta ad abbinamenti molto vari dalla frittura, al risotto, fino ad arrivare a piatti più complessi come pesce arrosto o alla griglia, crostacei serviti con salse e carni arrosto o saltate, fino ad arrivare ad una selezione di formaggi con mostarde.

Cosa aspettate a provare?

20 vini

per pagina

20 vini

per pagina


CONSEGNA IN 24 ORE IN ITALIA A SOLO 4,90€ GRATUITA PER ORDINI SOPRA 99€!