Cosa sono i tannini del vino?

Cosa sono i tannini del vino?

I tannini sono sostanze del vino che appartengono alla famiglia dei polifenoli e sono presenti principalmente nella buccia e nei vinaccioli delle uve, soprattutto quelle a bacca rossa. Per questo motivo, i vini sottoposti a lunghe macerazioni, hanno un maggior quantitativo di tannino e si tratta normalmente di vini rossi, in cui si cerca struttura e complessità.

I tannini hanno un ruolo molto importante nell'arricchire la struttura e la conservabilità del vino, per questo i vini con un alto contenuto di tannini sono quelli che più si prestano all'invecchiamento in bottiglia - si pensi, ad esempio, a Nebbiolo, Sangiovese e Sagrantino o Amarone.

Al palato, la presenza di tannini dà un senso di secchezza e astringenza, motivo per cui i vini rossi sono perfetti da abbinare alla succulenza delle carni. Nel caso di tannini evoluti, per l'affinamento in legno o in bottiglia, è maggiore il carattere di complessità e avvolgenza.

Volete davvero capire il vino? Iniziate dai vini tannici che abbiamo selezionato per voi, da quelli più energici come i Chianti giovani e il Morellino, a quelli più complessi grazie all'affinamento in legno come il Barolo, il Sagrantino e il Brunello o date un'occhiata a tutti i vini rossi!

28 vini

per pagina

28 vini

per pagina